I segreti di una abbronzatura perfetta

Il Sole è uno di più potenti alleati del benessere, ma anche uno dei più temuti nemici per la pelle. Con la bella stagione diventa quindi fondamentale prendersi cura della pelle in modo specifico e prepararla nel modo migliore a ricevere i raggi solari, non soltanto con l’utilizzo di prodotti cosmetici, ma partendo dall’interno.

Idratazione e alimentazione

Una buona idratazione e la scelta di alimenti freschi, colorati e di stagione sono le prime strategie da mettere in atto. La gamma di colori di molti vegetali tipici del periodo estivo, che va dal giallo al rosso, passando per l’arancione, stimola la produzione di melanina, un pigmento che favorisce l’abbronzatura. Inoltre, essi sono particolarmente ricchi di acqua, essenziale per mantenere la pelle ben idratata ed elastica.

La crema prima, l’olio dopo

Prima dell’esposizione al sole non bisogna dimenticare di applicare una crema solare con un adeguato filtro di protezione, secondo il proprio fototipo, e di ripetere l’operazione dopo i bagni prolungati, sia di mare che di sole. In questo modo ci si garantirà un’abbronzatura uniforme e più duratura evitando spiacevoli rossori e scottature che possono compromettere l’esito di una bella tintarella e, soprattutto, stressare troppo la pelle.

Dopo una giornata di sole prendersi cura della pelle con prodotti specifici e di alta qualità diventa la parola d’ordine. L’olio di jojoba e l’olio di argan sono due preziosi alleati per mantenere la pelle vitale e nutrita in profondità, grazie al loro potere lenitivo, decongestionante e rigenerante.

Gli oli essenziali

Con l’aggiunta di qualche goccia di olio essenziale si possono sfruttare sia i benefici dell’aromaterapia, che le riconosciute proprietà degli oli essenziali in cosmetica. Fra gli oli essenziali utili per la pelle sottoposta ai raggi del sole, non solo in vacanza ma anche una volta rientrati in città, vale la pena ricordare l’olio essenziale di gelsomino, dalle proprietà lenitive e disinfiammanti, e quello di camomilla, dalle proprietà riequilibranti, lenitive e antistress.

La miscela può essere ulteriormente arricchita con altri oli per creare una sinergia appagante sia per il corpo che per lo spirito: olio essenziale di rosa damascena, di benzoino, di neroli…prestando solo attenzione alla fotosensibilità di alcuni e quindi preferendo il loro utilizzo espressamente nelle ore serali.

Come eliminare le cellule morte

Quando la pelle inizia il suo fisiologico ricambio niente paura: un leggero peeling esfoliante sotto la doccia o nella vasca, con dei sali triturati o delle scaglie di cocco aggiunte al bagnodoccia, aiuta a rimuovere le cellule morte, completando il tutto con un massaggio con del burro di karitè per restituire nutrimento, luminosità ed elasticità alla pelle.

Manuela Franco

Ti è piaciuto l’articolo?

Visita la Vetrina

Condividi su