Urologia e Andrologia

L’Urologia è quella branca medica e chirurgica dedicata a tutte le patologie che colpiscono l’apparato genito-urinario, quindi reni, ureteri, prostata, vescica ed organi genitali maschili. Riferimenti a ricette per curare i morbi più disparati di natura urologica sono già presenti in papiri dell’Antico Egitto e in testi dell’Antica India. Per valutare adeguatamente la presenza di disfunzioni/affezioni in questo ambito, è necessario sottoporsi a specifici esami del sangue e, ovviamente, delle urine. Attraverso la visita obiettiva, infatti, unita ai racconti del paziente, lo Specialista può arrivare a sospettare quale sia il problema, ma saranno gli esami prescritti di conseguenza a poter trasformare l’intuizione in certezza.

Quando si pensa all’Urologo il primo organo che viene in mente è la prostata e, a sua volta, la si collega a problematiche che solitamente emergono in età avanzata. In effetti è così, considerato che la fascia di età coinvolta va dai 55 ai 75 anni. Le malattie più comuni sono l’iperplasia (o ipertrofia) prostatica, le prostatiti (infiammazioni/infezioni) ed il carcinoma. In particolare, l’iperplasia è un decadimento fisiologico, in alcuni casi più marcato, che provoca sostanzialmente uno stimolo minzionale frequente, spesso notturno, accompagnato da un getto debole. C’è poi il fastidioso disturbo dell’incontinenza, anche femminile, che può colpire pure in giovane età.

Infine, c’è l’ampio capitolo delle patologie sessuali (disfunzione erettile, infertilità). In questi casi ci si può rivolgere ad un Andrologo che di norma è un Urologo specializzato in questo ambito specifico. Esistono varie terapie farmacologiche e diverse tipologie di intervento chirurgico, nell’ambito delle quali uno Specialista qualificato saprà senz’altro consigliare la soluzione migliore.
riga

 

 

 

 

 

Condividi su