Malattie del fegato scovate precocemente con un test del respiro

Malattie del fegato possono essere scovate precocemente con un approccio mini invasivo come il test del respiro.

Questo faciliterà la gestione di pazienti obesi e con steatosi epatica, due patologie che sempre più frequentemente coesistono.

È quanto emerge da uno studio congiunto dell’Università di Bari e l’ospedale universitario San Martino di Genova.

Malattie del fegato scovate precocemente: la steatosi epatica (fegato grasso)

L’accumulo del grasso epatico (steatosi epatica) è diventata una delle più frequenti cause di malattie epatiche croniche.

Come riportato dall’Ansa, “Alla base della steatosi vi sono alterazioni metaboliche quali sovrappeso, obesità, diabete mellito, insulino-resistenza, indipendentemente da cause virali epatiche o dall’assunzione di alcol.

Se non adeguatamente diagnosticata e trattata, la steatosi epatica “non alcolica” (NAFLD) può indurre disfunzioni mitocondriali con progressive alterazioni della struttura del fegato ed evolvere verso quadri più gravi con necrosi cellulare e fibrosi sino alla cirrosi epatica e il tumore epatico (epatocarcinoma)”.

Steatosi epatica o fegato grasso

Il fegato è la ghiandola più grande dell’organismo con molteplici funzioni essenziali.

Fra le funzioni essenziali vi è il metabolismo dei grassi, ovvero una procedura di smistamento e sintesi dei grassi.

Quando si verifica un sovraccarico funzionale, il metabolismo viene compromesso causando l’accumulo dei trigliceridi, ovvero dei grassi.

Si parla di fegato grasso quando il contenuto dei grassi supera il 5% del suo peso.

Dossiersalute.com

Lo studio

Lo studio, coordinato dal Prof. Piero Portincasa direttore della Clinica Medica Miurri dell’Università di Bari rivela che:

“L’accumulo di grasso” riferisce il prof. Portincasa “ può causare precocemente una riduzione della capacità del fegato di estrarre sostanze che provengono dall’intestino attraverso il flusso portale e può alterare il funzionamento dei microsomi, organelli la cui funzione è essenziale nell’epatocita.

 Questo tipo di evidenze ha un ruolo fondamentale per la prevenzione secondaria delle complicanze più gravi della steatosi“.

Lo studio, inoltre, conferma che con il breath test (test del respiro) ed un tipico approccio internistico alle patologie che coinvolgono l’asse intestino, fegatotessuto adiposo, si possono precocemente rilevare alterazioni metaboliche del fegato causate dall’accumulo del grasso.

Lavinia Giganti – redazione

Fonti

Trova fra i nostri migliori specialisti quello più vicino a te

Condividi su