Alimenti che fanno bene o male al cuore

Alimenti che fanno bene o male al cuore

L’alimentazione è un fattore importante da considerare qualora si soffrisse di cuore o nel caso si volessero prevenire eventuali problematiche collegate. E’ importante conoscere gli alimenti che fanno bene o male al cuore.

Una particolare attenzione allo stile di vita e a ciò che si mangia quotidianamente è fondamentale per evitare di incorrere o di peggiorare patologie cardiovascolari. 

Alcuni alimenti sono senz’altro da evitare, molti altri si possono definire “amici del cuore” e con un po’ di fantasia in cucina è possibile mangiare salutare con gusto

Alimenti che fanno bene o male al cuore: importanza dello stile di vita 

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, una sana ed equilibrata alimentazione potrebbe prevenire circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori. 

Pe questa categoria di patologie, infatti, non solo l’età, il sesso e la familiarità possono essere fattori di rischio per il cuore, ma anche lo stile di vita e, nello specifico, l’alimentazione

Per esempio, infartiictus angine pectoris, sono problematiche spesso legate al fumo, alla sedentarietà e ad un’alimentazione non corretta

A coloro che soffrono di cuore o a coloro che vogliono prevenire queste patologie è consigliato fare attività fisica e preferire una dieta a basso apporto di calorie. 

Consigli alimentari che fanno bene al cuore

In base alla problematica, è bene consultare un medico o un nutrizionista per poter seguire una dieta fatta su misura alle singole esigenze.

Per esempio, in caso di colesterolo alto occorre sostituire i grassi di origine animale con quelli vegetali, rafforzando così il cuore.

Da eliminare sarebbero quindi burro, insaccati, condimenti troppo elaborati e da limitare l’uso di sale e additivi come glutammato di sodio e citrato di sodio. 

Anche bevande gassate e alcolici non sono ammessi nella dieta, tranne il vino rosso che, in modiche quantità, fa bene al cuore grazie alla presenza di polifenoli.

La modalità di cottura degli alimenti non è da sottovalutare: per la salute del nostro cuore è meglio evitare alimenti fritti a favore di cotture al vapore o alla griglia.

Questi accorgimenti sono importanti per allontanare il rischio di arteriosclerosi, ovvero la formazione di placche che col il tempo restringono e ostruiscono le arterie, impedendo al sangue di arrivare al cervello e ad altri organi essenziali. 

Alimenti da evitare o limitare

Tra i principali alimenti da evitare vi sono würstel ed in generale carni conservate, a causa del loro alto contenuto di sodioadditivi e conservanti che includono nutriti e nitriti. 

Anche le carni rosse andrebbero eliminate dalla dieta, o almeno limitate, per il loro contenuto di grassi saturi

Esiste anche una correlazione tra il consumo di uova e le malattie cardiovascolari, causata dal loro alto contenuto di colesterolo e di grassi saturi, di cui sono composte per il 70%.

La pizza

Una fetta di pizza con abbondanti qualità di mozzarella e di formaggi può contenere fino a due terzi della quantità di grassi saturi che rappresenta il limite di assunzione giornaliera. A causa dell’alto contenuto di latticini, è bene consumare la pizza in varianti leggere, preferibilmente preparata in casa

Alimenti per una dieta alleata del cuore 

Tra i primi alimenti amici del cuore vi sono cereali integrali e legumi. I primi prevengono malattie cardiovascolari, riducono l’assorbimento di grassi e colesterolo e aumentano il senso di sazietà, mentre i legumi tengono sotto controllo la pressione sanguigna.

Sono consigliati il pesce, preferibilmente azzurro, sarde e alici, e le carni bianche (pollo, tacchino e coniglio). 

Frutta e verdura

Tra la frutta, sono da preferire arance, mango, kiwi, mandarini, mele, mirtilli e ananas. Per quanto riguarda le verdure,sono un toccasanaspinaci, radicchio rosso, zucchine, rucola e finocchi, mentre aglio e cipolla sono particolarmente indicati per ridurre il rischio di infarto

Infine, anche la frutta secca (noci, nocciole e arachidi) nella giusta quantità è alleata del cuore. 

Mangiare sano, ma con gusto 

Mangiare per chi soffre di cuore non è quindi sinonimo di rinuncia e mancanza di gusto, tuttavia l’attenzione alla dieta deve essere quotidiana. 

Per esempio, si può ovviare alla mancanza di sale utilizzando erbe fresche o spezie, sostituire merende confezionate con preparazioni fatte in casa, frutta o verdura di stagione. 

Agnese Pirazzi

Alessandra-Piccolino-Biologa-Nutrizionista-Perugia
Dott.ssa Alessandra Piccolino Biologa Nutrizionista a Perugia

Le richieste saranno inoltrate al medico o professionista sanitario il quale risponderà direttamente. DossierSalute.com non è responsabile di tardive o mancate risposte.

Condividi su