Piramide alimentare: come seguire una dieta sana ed equilibrata

Piramide alimentare come seguire una dieta sana ed equilibrata

La piramide alimentare descrive un modello alimentare alla base di molte diete, non necessariamente dimagranti, ma volte a gestire al meglio l’alimentazione. 

La sua funzione è quella di comunicare quali e quanti cibi devono essere assunti e le loro proporzioni.

Principi base della piramide alimentare

Per interpretarla, si parte dal presupposto che gli alimenti situati al vertice siano quelli che dovrebbero essere consumati in piccole quantità, mentre gli alimenti posti nella parte bassa quelli da consumare con più frequenza e in quantità maggiori.

La piramide con le sue regole nutrizionali non dà però indicazioni precise su porzioni, calorie o percentuali.

Le regole che si evincono dalla piramide, infatti, possono essere descritte come qualitative e non quantitative

Categorie alimentari 

Piramide alimentare come seguire una dieta sana ed equilibrata

Nel modello piramidale gli alimenti vengono impilati in diverse categorie dalla parte più bassa e larga della piramide, sino a quella alta e stretta. 

Gli ingredienti che occupano la parte inferiore sono quelli da privilegiare nella propria dieta e che si possono assumere in maggiori quantità (cereali e loro derivati).

Alla pari, parlando quindi sempre di consumo giornaliero, si trovano frutta fresca e verdura, largamente consigliate. 
Salendo mano a mano, la piramide si restringe e così anche le porzioni quotidiane dei cibi indicati.

Successivamente, si trovano quindi latticini, carne, pesce, uova ed in ultimo, sulla punta, grassi, oli e dolci.

Gli alimenti sulla cima sono quelli da consumare con più parsimonia, poiché un loro consumo non controllato potrebbe intaccare lo stato di salute della persona. 

La dieta mediterranea 

La piramide alimentare più famosa raffigura visivamente la dieta mediterranea, quella anche più indicata per prevenire e in caso di patologie cardiovascolari.

La dieta mediterranea si presenta come un regime equilibrato caratterizzato da un apporto bilanciato di macronutrienti e micronutrienti, oltre che tra apporto e dispendio energetico.

Le proporzioni generali tra macronutrienti vedono il 12-15% dell’energia totale derivata dalle proteine, il 25-30% derivata dai lipidi e la restante quota dai carboidrati.

Agnese Pirazzi

Dott.ssa Alice Caielli biologa nutrizionista
Dott.ssa Alice Caielli biologa nutrizionista

Dott.ssa Alice Caielli