Dieta equilibrata ed educazione alimentare

Dieta equilibrata ed educazione alimentare

 

articolo

La scienza dietologica ha una regola ben precisa: garantire la salute! La dieta è quindi prevenzione primaria  e terapia  per la maggior parte delle malattie. Sappiamo ormai con certezza che l’alimentazione corretta è quella equilibrata, dove l’equilibrio viene effettuato sui macroelementi (zuccheri, proteine, grassi) e sui microelementi (minerali, vitamine, oligoelementi), adattato  sulle caratteristiche fisiche e di salute del singolo individuo.

Per  una dieta equilibrata e personalizzata occorre uno strumento di straordinaria efficacia – il computer – perché in grado di valutare una enorme quantità di dati in breve tempo e senza errori di calcolo, compreso il fabbisogno giornaliero di tutti i nutrienti. Le finalità di una dieta equilibrata sono il riordino del metabolismo, la cura delle patologie, la correzione delle carenze nutrizionali asintomatiche e multifattoriali, il miglioramento della composizione corporea (riduzione della massa grassa) e, non ultima, l’educazione alimentare.

Nella preparazione di una dieta seguo un percorso dietologico consolidato in anni di studio e di lavoro, nonché  avvalorato dai risultati clinici conseguiti; nel dettaglio si effettua:

  • la raccolta dei dati fondamentali quali età, sesso, peso, altezza, tipo costituzionale;
  • l’anamnesi alimentare;
  • l’attenta valutazione clinica e la richiesta degli accertamenti diagnostici;
  • lo studio dello stato nutrizionale del soggetto attraverso l’antropometria ed ancor meglio attraverso l’impedenziometria, con la possibilità di ricostruire, con un alto grado di affidabilità ed accuratezza, la composizione corporea del soggetto in esame individuando la massa idrica, la massa magra e la massa grassa;
  • lo studio del metabolismo basale mediante l’esame calorimetrico, eventualmente associandolo all’holter metabolico per la stima dell’attività fisica reale;
  • lo studio alimentare comportamentale per l’individuazione degli errori alimentari, per la valutazione del tipo di vita, delle necessità specifiche e dei gusti individuali;
  • valutazione di una adeguata attività fisica e/o fisiochinesiterapia.

Tutti questi dati possono essere elaborati con programmi computerizzati dove il mio intervento può essere effettuato a qualsiasi livello per giungere al miglior approfondimento clinico.

Nella preparazione di una dieta è importante comprendere la differenza sostanziale tra peso forma e peso ideale. Il peso ideale si ricava consultando delle tabelle e prendendo in considerazione alcuni parametri personali come sesso, età, peso, altezza e costituzione. Il peso ideale spesso non coincide con il peso forma che prende in considerazione anche le proprie esperienze di vita, la percezione del corpo, la relazione con la famiglia, l’ambiente di lavoro, le amicizie, che hanno gravato e inciso sulla persona. Il giudizio del medico è quindi determinante in questo tipo di valutazione.

Oggi la dieta equilibrata è considerata il modo giusto di mangiare per raggiungere il peso forma in piena salute; l’educazione alimentare che ne consegue permette al paziente di andare avanti successivamente da solo, senza fatica e alcun stress psico-fisico, nel rispetto di corpo e mente.

Dott. Prof. Carlalberto Giovannelli

Dott. Prof. Carlalberto Giovannelli

Condividi su