Ulcere cutanee: sintomo, non malattia

Le ulcere cutanee sono lesioni causate da perdita di tessuto cutaneo e caratterizzate dalla scarsa tendenza alla guarigione spontanea. Sono il sintomo di una malattia e non esse stesse una malattia.

Le malattie che causano ulcere cutanee sono, di solito, le malattie della circolazione. Più raramente, può trattarsi di malattie dermatologiche e, ancora più raramente, di neoplasie cutanee.

Ulcere cutanee: cause

Le cause identificano anche le diverse forme di ulcera cutanea.

UIcera venosa

Quando l’ulcera è causata da una malattia venosa si parla di ulcera venosa, che rappresenta il 50% circa di tutte le ulcere. È più frequente nella fascia d’età dopo i 60 anni.

Ulcera arteriosa

Le ulcere arteriose sono legate, invece, a malattie delle arterie. Sono più frequenti nei pazienti con fattori di rischio quale diabete, ipercolesterolemia e fumo di sigaretta.

Questi fattori possono causare un restringimento delle arterie associato ad uno stato infiammatorio cronico, causa a sua volta della diminuzione del flusso di sangue agli arti inferiori.

Ulcera da decubito

Le ulcere da decubito si manifestano in pazienti costretti a rimanere a letto per lungo tempo e colpiscono le aree corporee sottoposte ad un aumentato carico pressorio.

Ulcera diabetica

Infine, vi sono le ulcere diabetiche, causate da una riduzione del flusso di sangue (ulcere ischemiche) o da una neuropatia causa a sua volta di una completa disorganizzazione dell’anatomia del piede (ulcere neuropatiche). Solitamente, sono localizzate al piede (piede diabetico).

Tra le patologie che più raramente possono essere associate ad un’ulcera cutanea vi sono le malattie autoimmuni: lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, vasculite, pioderma gangrenoso.

Ulcere cutanee: sintomi

Un sintomo che si riscontra comunemente in chi soffre di ulcera cutanea è il dolore, specie se l’ulcera è estesa o rifonda e complicata da infezione. Altri sintomi possono essere il gonfiore e l’arrossamento, mentre il sanguinamento può verificarsi, ma è raro.

Ulcere cutanee: diagnosi

Le ulcere cutanee necessitano di accurata anamnesi, esami ematologici, ecocolordoppler degli arti inferiori e visita angiologica, visita dermatologica, biopsia cutanea in casi sospetti.

Trattamento

Per curare le ulcere cutanee, è necessario innanzitutto identificare e curare la causa che le ha provocate.

Il trattamento locale deve prevedere una accurata pulizia dell’ulcera per rimuovere il tessuto necrotico e ridurre la contaminazione batterica. L’uso degli antisettici, antimicrobici e antibiotici va riservato a quei casi in cui è stata diagnosticata una sovrapposta infezione, che può verificarsi frequentemente.

Nelle ulcere vascolari, specie se venose, è indispensabile la terapia compressiva mediante bendaggio anelastico multistrato o speciali sistemi compressivi con chiusura con Velcro.

Nei casi più difficili, che non guariscono con questa terapia ambulatoriale, il paziente dovrà essere ricoverato in ambiente specialistico per essere sottoposto a trattamento chirurgico con innesto cutaneo e terapia rigenerativa.

Giovanni Mosti angiologo Lucca
Dott. Giovanni Mosti Angiologo a Lucca

Le richieste saranno inoltrate al medico o professionista sanitario il quale risponderà direttamente. DossierSalute.com non è responsabile di tardive o mancate risposte.

Condividi su