Rosacea, malattia della pelle poco conosciuta

Focus

E’ meno conosciuta di altre malattie della pelle, quali acne e psoriasi, ma la rosacea è comunque frequente e cronica.

Perché si sviluppi la rosacea non è del tutto chiaro. Come per molte malattie della pelle, è presente una predisposizione genetica, associata a infiammazione cutanea ed alterazioni vascolari.

Non è escluso il possibile coinvolgimento dei fattori microbici locali, ma la rosacea non è certamente infettiva.

Caratteristiche della rosacea

La rosacea è una malattia tipica degli adulti sopra i 30 anni.

E’ più frequente nelle donne, ma può manifestarsi più gravemente nell’uomo.

Prevale nelle persone con carnagione chiara ed interessa generalmente la zona centrale del viso.

Le manifestazioni della rosacea

La rosacea si manifesta in tante forme diverse, Il rossore della pelle tende ad accentuarsi in certe condizioni e può diventare sempre più permanente. Si tratta della forma più lieve di rosacea, chiamata anche couperose.  Possono essere presenti vasi dilatati e brufoletti, inoltre possono essere interessati gli occhi, che appaiono arrossati e acquosi.

La forma più vistosa e grave di rosacea è chiamata rinofima perchè colpisce principalmente il naso maschile, rendendolo rosso violaceo, ingrossato, bulboso, completamente deforme.

La rosacea può essere accompagnata da prurito, bruciore, sensazione di secchezza nelle zone coinvolte.

La rosacea va presa sul serio

Un caso di rosacea deve essere preso in carico da un medico dermatologo in quanto non si tratta di un inestetismo di poco conto, ma di una patologia che può provocare notevole disagio sociale e psicologico, con ricadute pesanti sulla qualità della vita.

Dalla rosacea al momento non è possibile guarire, ma è possibile contrastarne efficacemente le manifestazioni e rallentarne la progressione.

Per fare questo vi sono 3 regole fondamentali:

  • seguire il trattamento medico prescritto dal dermatologo
  • evitare, se possibile, i fattori scatenanti
  • curare la pelle con i prodotti adeguati .

Trattamento medico della rosacea

Appurato che la rosacea è una malattia cronica, con alti e bassi e manifestazioni diverse, la terapia è di conseguenza combinata e/o sequenziale in molti casi.

Le recidive sono frequenti e non devono demoralizzare al punto di sospendere ogni terapia.

Il dermatologo prescriverà farmaci topici (ad esempio a base di  ivermectina, metronidazolo,  bromonidina, acido azelaico) oppure sistemici (antibiotioci, isotretinoina.);  a volte, può essere utile un trattamento LASER o IPL (luce pulsata)

I fattori scatenanti della rosacea

Una persona predisposta a soffrire di rosacea potrà scoprire che essa si manifesta in presenza di fattori scatenanti, su base individuale. Alcuni possono essere eliminati o evitati.

Senza che tale elenco possa considerarsi esaustivo, i principali fattori scatenati (o aggravanti) della rosacea sono:

fattori ambientali

  • esposizione solare, lampade UV
  • bagni caldi, sauna
  • condizioni climatiche: caldo/freddo, vento forte
  • emozioni (stress, ansia)
  • esercizio fisico

sostanze ingerite o inalate

  • alcol
  • cibi piccanti
  • cibi troppo caldi
  • e molti altri, secondo la sensibilità individuale: cioccolato, latticini, derivati della soia

ingredienti cosmetici

  • alcol etilico e benzilico
  • fragranze
  • oli essenziali: menta, eucalipto

Il ruolo dei cosmetici

I giusti cosmetici sono indispensabili per il successo terapeutico. La pelle con rosacea è sempre una pelle sensibile, facilmente irritabile.

I prodotti cosmetici aiutano ad alleviare la sensazione di bruciore e di secchezza, oltre che a ridurre il potenziale effetto irritante delle terapie mediche.

Consigli quotidiani per chi soffre di rosacea

Chi soffre di rosacea dovrebbe prestare particolare cura a:

  • una detersione delicata
  • una idratazione appropriata
  • fotoprotezione (tutto l’anno)
  • evitare saponi e saponette per la pulizia del viso, detergenti e creme profumate, lozioni con base alcoolica, in generale ogni prodotto cosmetico che provoca bruciore;
  • usare il make up correttivo, in particolare con pigmenti di color verde per contrastare il rossore.

Dott.ssa Eva Balazs

Condividi su