Periartrite: quando è efficace la magnetoterapia

Periartrite: quando è efficace la magnetoterapia

La periartrite è una condizione infiammatoria e degenerativa a carico dei tessuti fibrosi che circondano le articolazioni, cioè tendini, borse sierose, tessuto connettivo, legamenti e cartilagini.

La periartrite si sviluppa in quattro forme:

  • periartrite acuta,
  • spalla di Milwaukee,
  • periartrite cronica semplice,
  • periartrite cronica anchilosante.

Forme principali di periartrite

Periartrite acuta

La periartrite acuta causa un forte dolore, che spesso aumenta nel giro di poche ore. La sintomatologia può durare diversi giorni e provocare perdita di funzionalità dell’arto.

Spalla di Milwaukee

La spalla di Milwaukee è la forma di periartrite meno frequente. Si accompagna spesso a gonfiore e comporta anch’essa la riduzione della funzionalità articolare. Può interessare entrambe le spalle e colpisce in prevalenza donne ed anziani. Solitamente, dà origine alla rottura della cuffia dei rotatori. Nei casi più gravi, l’unica soluzione è l’intervento chirurgico.

Periartrite cronica semplice

La periartrite cronica semplice rappresenta una frequente conseguenza della periartrite acuta. Il dolore si manifesta nel momento in cui si eseguono particolari movimenti e tende ad acutizzarsi durante la notte.

Periartrite cronica anchilosante

La periartrite cronica anchilosante è determinata da un processo fibrotico della capsula. Può insorgere per effetto di periartrite acuta e risulta difficile da trattare. L’unico rimedio per questa forma di periartrite è l’artroprotesi.

Trattare la periartrite con la magnetoterapia

Periartrite: quando è efficace la magnetoterapia

La magnetoterapia si basa sugli effetti benefici dei campi magnetici a livello organico.

La magnetoterapia, in particolare quella ad alta frequenza, è in grado di attivare la microcircolazione, contrastare gli stati infiammatori e rigenerare le cellule lese. È dunque un rimedio utile per lenire le infiammazioni così come per combattere i dolori. Esplica, inoltre, un’azione analgesica, favorendo l’aumento del flusso ematico periferico e lo scorrimento del sangue.

Magnetoterapia e periartrite: il parere dell’esperto

Secondo il Dott. Leonardo Basso, ortopedico di lunga esperienza presso l’Ospedale Cottolengo e la Clinica Fornaca di Torino, “la magnetoterapia ad alta frequenza è utile in caso di periartrite se eseguita 3 ore al giorno per almeno 45 giorni”.

Principi di base della magnetoterapia

Le cellule del nostro corpo possiedono un naturale potenziale elettrico, che può ridursi a seguito di lesioni muscolari, traumi e malattie.

Con la magnetoterapia pulsata, la cellula viene stimolata attraverso la rapida sequenza di impulsi magnetici, che le trasmettono nuova energia.

Vasodilatazione

La distensione della muscolatura consente il miglioramento della microcircolazione sanguigna, producendo un naturale effetto di vasodilatazione. Ciò comporta il rilascio di endorfine, che contribuiscono ad aumentare la soglia del dolore.

Controindicazioni della magnetoterapia

Di fatto, la magnetoterapia è controindicata solamente in due casi: gravidanze e simultaneo utilizzo di pace-maker.

Magnetoterapia a bassa frequenza e ad alta frequenza

La magnetoterapia pulsata si distingue:

Se nella magnetoterapia a bassa frequenza la terapia viene erogata direttamente sulla parte del corpo interessata dal dolore, nel caso della magnetoterapia ad alta frequenza il trattamento è diffuso in maniera uniforme su tutto il corpo tramite dispositivi Total body.

Periartrite: quando la magnetoterapia è efficace
Funzionamento dispositivo per magnetoterapia ad alta frequenza

Magnetoterapia per osteoporosi e stanchezza cronica

Stimolando le cellule in profondità, le onde radio prodotte dagli apparecchi per magnetoterapia ad alta frequenza sono funzionali al trattamento di problematiche quali osteoporosi e sindrome della stanchezza cronica.

Apparecchi per magnetoterapia

Uno strumento per magnetoterapia è composto da un generatore di campi magnetici e da uno o più diffusori, chiamati solenoidi.  

Semplice da usare, il display dei moderni dispositivi per magnetoterapia permette all’utente di regolare frequenza e intensità del campo magnetico in funzione del disturbo da trattare, mediante specifici programmi preimpostati.

La durata media di un trattamento per magnetoterapia è all’incirca di 45 minuti.

Il sistema Magnetology®, la magnetoterapia di Amel Medical

Magnetology® Medical System, Scienza della Magnetoterapia, è il sistema di magnetoterapia professionale sviluppato da Amel Medical.

I dispositivi Magnetology® sono strumenti medici ad alto contenuto tecnologico utilizzati da migliaia di persone per contrastare le condizioni muscolo-scheletriche più diffuse, fra cui le diverse forme di periartrite.

Gli apparecchi per magnetoterapia della gamma Magnetology® producono un’azione antidolorifica e antiflogistica nelle patologie infiammatorie e/o degenerative a carico del sistema osteoarticolare, in modo non invasivo. Si tratta di soluzioni pratiche e alla portata di tutti contro i dolori di ogni giorno.

Amel Medical
Condividi su