Perineo, Psoas e Piriforme nel post-parto e in puerperio

Perineo, Psoas e Piriforme nel post-parto e in puerperio

articolo

La gravidanza e il parto possono rappresentare due momenti delicati per l’insorgenza di alterazioni della statica pelvica e di turbe vescico-sfinteriche.

Importanza funzionale del Perineo

I muscoli del Perineo sono sottoposti ad un notevole stiramento, anche quando il periodo espulsivo avviene in modo fisiologico. Di conseguenza, è frequente che esso vada incontro a lesioni che rimangono latenti, manifestandosi a distanza di anni. Ciò compromette il normale sostegno dei visceri pelvici.

Ogni donna dovrebbe essere informata dell’importanza funzionale del Perineo e di quanto, il suo esercizio, possa essere d’aiuto nel diminuire le complicanze immediate e a distanza del parto.

Importanza del training muscolare di recupero

Perineo, Psoas e Piriforme nel post-parto e in puerperioA tutte le puerpere, indistintamente, dovrebbe essere proposto un training muscolare di recupero dopo il parto, anche quando non ci sono evidenti segni di indebolimento delle strutture perineali. A maggior ragione dovrebbe essere proposto alle donne che non hanno prestato alcun tipo di attenzione alla loro muscolatura durante la gravidanza.

Anche se il parto è stato fisiologico, c’è sempre una diminuzione della forza muscolare dell’area perineale. Ciò costituisce, già di per sé, un buon motivo per attuare un programma rieducativo.

I muscoli pelvici sono stati distesi, stirati, a volte lacerati o addirittura strappati, a seconda del tipo di parto.

Training muscolare: esercizi, posizioni, alimentazione

Perineo, Psoas e Piriforme nel post-parto e in puerperioGià nell’immediato dopo parto, quindi nelle prime 48 ore, sarebbe necessario consigliare posizioni che riducano l’edema perineale. Dopo 2-3 giorni dal parto bisognerebbe iniziare esercizi di recupero.

Tutto ciò va fatto evitando attività che procurino l’aumento della pressione addominale per le 6-12 settimane dopo il parto. La soluzione è assumere la posizione laterale prima di alzarsi o sdraiarsi a letto.

Non va inoltre dimenticato che per un buon recupero del pavimento pelvico nel puerperio vanno rinforzate le sane abitudini di idratazione e dieta ricca di fibre, per evitare la stitichezza, nonché l’assunzione della posizione di squatting per l’evacuazione.

Gli esercizi vanno ripresi, o intrapresi, in modo graduale e nella prima fase servono soprattutto per riattivare la contrattilità, riassorbire gli edemi e migliorare la circolazione locale.

In questa fase è bene prediligere le posizioni sdraiate, magari sfruttando il tempo dedicato alla poppata.

E’ molto importante, in tutto ciò che riguarda il recupero della funzione perineale, non avere fretta.

L’ideale sarebbe iniziare un programma mirato di recupero, previa valutazione da parte di ostetrica esperta, che tenga in considerazione tutte le dinamiche ed i vissuti del Perineo, dopo 40-50 giorni dal parto.

Due muscoli amici del Perineo: Psoas e Piriforme

Ricordiamo l’importanza di due muscoli amici del Perineo che vanno tenuti in considerazione non solo in gravidanza, ma anche nel puerperio: Psoas e Piriforme.

Psoas

Essere attenti allo Psoas durante il puerperio non è importante solo per prendersi cura del Perineo, ma della persona nella sua interezza.

E’ definito il muscolo dell’anima, garante di radicamento e stabilità, in grado di far fluire energie sottili attraverso ossa, muscoli ed articolazioni.

Esercizi per rilassamento ed allungamento dello Psoas sono molto interessanti considerato il suo lavoro sinergico con il Perineo.

Piriforme

Il benessere del muscolo Piriforme è essenziale per per potersi prendere cura del Perineo, in particolare delle sue tensioni.

Si connette al femore ed al sacro, ma anche con il diaframma pelvico e ciò significa che un Piriforme contratto influenza negativamente la forza del Perineo.

Più è allungato più il sacro è libero, più è contratto più influenza il nervo sciatico, al quale è strettamente connesso, causando dolore, a gambe, schiena e muscolo pelvico.

Anche in questo caso saranno necessari esercizi di rilassamento e rilascio delle tensioni.

Valore del dolore e supporto combinato di ostetrica e osteopata

Ricordiamoci di non sottovalutare mai il dolore soprattutto nel puerperio.

Deve essere un punto di attenzione, che sottintende un disagio più o meno importante, il quale può essere di natura sia fisica che emotiva.

Questo prevede che il migliore aiuto alla donna possa sempre essere fornito in un lavoro di équipe tra ostetrica ed osteopata. Quest’ultima risulta una grande figura di supporto nel risolvere alcune problematiche che possono essersi manifestate già nel corso della gravidanza, ma essere anche frutto del lavoro del parto.

Magia del Perineo: corpo e materia in armonia con il resto degli apparati

Perineo, Psoas e Piriforme nel post-parto e in puerperioConcludiamo olisticamente dicendo che, poiché il Perineo è corpo e materia, esso cresce, si modifica nel tempo spontaneamente e vive in perfetta armonia con il resto degli apparati.

E’ semplicemente magico per la sua alta componente emotivo-individuale, oltre che per la sua valenza culturale.

Per questi motivi è necessaria una visione più ampia di questa muscolatura in relazione con il corpo nella sua interezza ed a maggior ragione nel dopo parto.

Tale approccio richiede una considerazione non solo del Perineo, ma anche dei muscoli e degli apparati con i quali è in rapporto, affinché la valutazione possa essere il più possibile globale ed integrata.

Physica