Cataratta senza bisturi grazie al laser a femtosecondi

Cataratta senza bisturi grazie al laser a femtosecondi

articolo

La cataratta è l’intervento più eseguito al mondo e quello con la più alta percentuale di successo e di soddisfazione del paziente. Oggi, grazie al Laser a Femtosecondi è possibile controllare in modo assolutamente preciso alcune delle fasi più critiche dell’intervento sostituendo il tradizionale bisturi e migliorando ulteriormente la riproducibilità e la qualità dell’intervento.

Grazie al Laser a Femtosecondi, è possibile:

  1. programmare in modo assolutamente preciso l’apertura della capsula, l’involucro che contiene il cristallino naturale opacizzato. Una apertura della capsula perfettamente circolare e delle dimensioni desiderate è fondamentale per contenere in modo stabile la lente intraoculare artificiale destinata a sostituire il cristallino naturale opacizzato.
  1. programmare il numero, la forma e le dimensioni di tutte le incisioni necessarie per l’asportazione del cristallino e l’impianto della lente intraoculare artificiale. Una esecuzione precisa delle incisioni è fondamentale per evitare traumi durante le successive fasi dell’intervento ed evitare l’insorgenza di un astigmatismo post operatorio indotto.
  1. frammentare il cristallino in base alla sua durezza, alle sue dimensioni e alla tecnica prescelta per la sua rimozione. In questo modo, il cristallino potrà essere rimosso dal suo involucro senza che il chirurgo debba ricorrere all’utilizzo dei tradizionali ultrasuoni.

Grazie al controllo tridimensionale dell’immagine dell’occhio e all’integrazione con il microscopio operatorio, il chirurgo ha il controllo in tempo reale di tutte le fasi dell’intervento di rimozione e sostituzione del cristallino.

 

Dott. Francesco Carones

Dott. Francesco Carones

 

Dott. Luca Vigo

Dott. Luca Vigo

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.