Osteo Welfare, un progetto sul benessere aziendale

l'esperto risponde

Dott. Garlinzoni, cosa si intende con l’espressione “Osteo Welfare”?

E’ semplicemente un progetto per il benessere aziendale che, essendo Osteopata, ho voluto racchiudere brevemente nelle due parole. Magari in un futuro potrà diventare un concetto codificato, ma per ora è una iniziativa personale nata osservando le problematiche di molti pazienti derivate dall’ambiente di lavoro.

Qual è il ruolo dell’osteopata posturologo?

Il ruolo dell’ Osteopata e del Posturologo è quello di rilevare le problematiche tipiche da postazione e come queste possono influire sulla performance lavorativa , attraverso poi manipolazioni o esercizi si vanno a rimettere in funzione e rendere attivi quei recettori Posturali o quelle strutture fisiche che vanno ad interferire nella vita quotidiana con Dolori o Fastidi. L’Osteopata interagisce in primis con la Causa e non col Sintomo, che si può tradurre in un riverbero della Causa.

Come avviene l’analisi “Osteo Welfare” e cosa può studiare?

Il Sistema Osteo Welfare consiste in una prima visita che comprende l’anamnesi Posturale ed una piccola raccolta dati. Inoltre, vengono eseguite quattro foto (Anteriore, Posteriore, laterale dx e laterale sx), test specifici riguardanti l’appoggio podalico, test della motricità oculare (non il visus perché di natura ottica o oculistica), test sulla bocca (mancanza di denti, test chinesiologici, classi dentali, movimenti linguali e deglutizione), infine test meccanici e funzionali sulla colonna e sulla mobilità e motilità viscerale. A questo punto abbiamo tutti i dati che servono per analizzare il perché il paziente può soffrire di emicranie o cefalee, problematiche gastrointestinali, dolori articolari, difficoltà nell’attenzione, astenia ed altre problematiche varie.

Quali sono i vantaggi di investire nel Welfare aziendale attraverso “Osteo Welfare”?

Il benessere del dipendente conta molto e porta a: riduzione dello stress, aumento del benessere psicofisico, miglioramento dell’umore e quindi al miglioramento delle performance lavorative con conseguente aumento della produttività, minori assenze per malattia o infortuni e basso assenteismo in generale. Tutto questo fornisce un risultato misurabile come il potenziamento dell’immagine aziendale, minori costi aziendali, perché scaricabili dalle tasse (vedi la legge di stabilità del 2016 art.51 ed art. 100), e conseguente miglioramento del clima aziendale.

 

Dott. Alessandro Garlinzoni