Ormoni e peso: non solo le cattive abitudini alimentari fanno ingrassare

Le cattive abitudini alimentari sono le prime responsabili dell’aumento del peso corporeo, ma non sono le uniche ad influenzarlo. Infatti, la relazione tra ormoni e peso è molto rilevate, specialmente per le donne

Alcuni ormoni partecipano alla sintesi del grasso in eccesso, mentre altri tendono ad incrementare l’accumulo.  

Svariate funzioni del nostro corpo sono regolate dagli ormoni, come il metabolismo, l’appetito e la digestione.

Ne consegue che un eventuale squilibrio ormonale possa favorire sovrappeso e obesità

Leptina: calorie e fabbisogno energetico

Tra gli ormoni principali vi è la leptina. Prodotta dalle cellule grasse, ha il compito di comunicare al cervello quando sono state ingerite calorie a sufficienza per il fabbisogno energetico.

L’equilibrio di questo ormone è quindi importante per garantire un peso corporeo nella norma. 

Un eccesso di grassi può causare una non risposta del cervello agli impulsi dalla leptina. Per evitare che ciò avvenga è bene consumare frutta, verdura e alimenti ricchi di antiossidanti.

Insulina, regolatore di zuccheri nel sangue 

Uno degli ormoni più conosciuti, in questo caso per il suo ruolo di regolatore di zuccheri nel sangue, è l’insulina

Oltre a svolgere questa importante funzione, interviene nell’ottimizzazione metabolica dei principi nutritivi, incrementando il consumo energetico.

Eventuali squilibri dell’insulina causano il deposito degli zuccheri sotto forma di grassi e la conseguente difficoltà nel perdere peso. 

Cortisolo, l’ormone dello stress

Il cortisolo, anche conosciuto come l’ormone dello stress, ha un ruolo importante nella relazione tra ormoni e peso ed è il primo responsabile dell’incremento del grasso addominale.

La sua principale funzione è quella di mantenere sotto controllo il metabolismo lipidico, proteico e dei carboidrati, oltre ad intervenire nella pressione arteriosa.

Le sue reazioni negative si producono quando viene secreto in quantità eccessive a causa dello stress o di altri fattori stimolanti.

Come gestire gli squilibri ormonali 

Una delle prime attenzioni arriva dall’alimentazione: il consumo di cibi ad alto contenuto di acidi grassi aiuta a mantenere sotto controllo gli ormoni. 

rmoni e peso non solo le cattive abitudini alimentari fanno ingrassare

Gli alimenti che possiamo integrare nella nostra dieta, per via del loro contenuto di grassi antinfiammatori e salutari, sono l’olio di cocco, l’avocado e il salmone selvaggio.

È importante colmare le mancanze nutrizionali, per esempio tramite integratori, quale l’olio di enotera che contiene acidi grassi omega-6, la vitamina D ed i probiotici, che aiutano a riparare il rivestimento dell’intestino, che a sua volta bilancia gli ormoni.

E per tenere a bada il cortisolo? Dormire almeno 7-8 ore a notte e attenersi il più possibile ad un normale e regolare ciclo sonno-veglia!

Agnese Pirazzi