Eritema solare: caratteristiche e rimedi

L’eritema solare è una scottatura o ustione dovuta a un’eccessiva e prolungata esposizione al sole e ai raggi UV, in assenza di un’adeguata o sufficiente protezione solare.

I sintomi dell’eritema solare

I sintomi dell’eritema compaiono dopo 6-12 ore dall’esposizione al sole e la manifestazione si presenta in diverse forme. L’arrossamento della pelle, le bolle, le vescicole, l’estrema sensibilità al tatto, il prurito, l’esfoliazione e la secchezza cutanea sono i sintomi principali.

​L’eritema solare dipende dal fototipo a cui chiunque di noi appartiene e dalla dose dei raggi UV assorbita. Il fototipo è la classificazione dermatologica che suddivide le persone in base alla quantità di melanina presente nella pelle. Ci sono sei fototipi diversi che vanno dall’uno, che comprende chi ha la pelle lattea e molto chiara, al fototipo sei di chi ha la pelle scura

I rischi dell’eritema solare

L’eritema tende a guarire spontaneamente in 4 o 5 giorni, durante i quali bisogna evitare di prendere il sole.

Se si ripete spesso, però, l’eritema tende ad aumentare il rischio di macchie cutanee, di tumore della pelle (melanoma) e di fotoinvecchiamento, cioè l’invecchiamento precoce della pelle troppo esposta al sole, che presenta subito rughe e secchezza generale.

I rimedi per l’eritema solare

Assumere un antidolorifico può dar sollievo al bruciore persistente anche se ci si può appellare ai rimedi naturali, applicando direttamente sulla pelle impacchi calmanti a base di camomilla, cetriolo, melone, yogurt, aloe vera o calendula.

Bere molti liquidi per prevenire la disidratazione è un altro aiuto per reidratare la pelle direttamente dall’interno, ma anche esternamente bagnando la scottatura solare immergendola in acqua corrente.

Utile è fare una doccia fredda o applicare un impacco di ghiaccio sulla zona interessata, ma anche idratare la pelle arrossata con lozioni, latti o creme specifiche.

La scelta di un’alimentazione ricca di alimenti con betacarotene e vitamina E contribuirà alla guarigione.

E’ sempre bene comunque consultare il medico in caso di eritema solare particolarmente esteso e in presenza di processi infiammatori.

Agnese Pirazzi

Condividi su
Pubblicato in Senza categoria