Biorivitalizzazione total body

Focus

La tonificazione dei tessuti del viso, del collo e del decolleté ormai si viene ad associare sempre più frequentemente alla bonificazione del corpo, che ottiene una sempre maggiore attenzione da parte di medici e pazienti. La biorivitalizzazione dei tessuti del corpo può essere utile in affiancamento a diete ipocaloriche, in seguito a diminuzione del peso e dopo gravidanze, oppure per contrastare l’ipotonia dei tessuti dovuta all’età. Personalmente utilizzo infiltrazioni intradermiche a base di Polinucleotidi (Mastelli srl) anche per il corpo, sulla base della mia lunga esperienza nel trattamento di viso, collo e decolleté.

I Polinucleotidi sono molecole naturali che hanno una forte azione di stimolo trofico sui fibroblasti dermici e, come dimostrato da numerose pubblicazioni internazionali [1 – 2], favoriscono l’incremento di collagene, fattori di crescita e proteine dalla matrice extracellulare dermica. Questo si traduce clinicamente in un incremento della tonicità e dell’elasticità dei tessuti cutanei come si evidenzia anche dalle numerose esperienze cliniche effettuate da me e da molti colleghi soprattutto nelle aree di volto, collo e decolleté effettuate con Polinucleotidi a differente concentrazione (PLINEST® e PLINEST® fast – Mastelli srl), a seconda delle aree trattate e del tipo di pelle dei pazienti [3 – 4].

Benvenuto, PLINEST® body

Recentemente, la linea di biorivitalizzazione a base di Polinucleotidi si è ampliato ed è stato messo in commercio un nuovo dispositivo medico specifico per il trattamento del corpo, che consente il trattamento di aree cutanee anche di grandi dimensioni, allo scopo di indurre una stimolazione fibroblastica estesa. Il prodotto, denominato PLINEST® body (Mastelli srl), mi ha interessato particolarmente per la sua duttilità e la possibilità di trattare aree corporee che presentino dermatocalasi, cute ipoelastica e assottigliata. Tale dispositivo si presenta in fiale di vetro da 4 ml (5 fiale per confezione) alla concentrazione di 8 mg/fiala, contenenti un gel fluido di Polinucleotidi a elevato peso molecolare. Il prodotto ha la funzione di idratare e migliorare le condizioni di tonicità, elasticità della cute e, per trattamento ripetuti, di favorire il processo di biorivitalizzazione.

In particolare, il protocollo da me utilizzato prevede sedute infiltrative intradermiche ogni 7 giorni per il primo mese, poi ogni 15 giorni per un totale di almeno 8 sedute infiltrative. Personalmente utilizzo un protocollo che prevede infiltrazioni intradermiche con tecnica a micro ponfi o lineare, mediante una normale siringa, a cui sostituisco l’ago, montando un ago più sottile da 30G. Naturalmente è possibile utilizzare anche dispositivi iniettivi automatici, che permettono di accelerare la procedura e aumentare l’estensione delle aree di trattamento di rivitalizzazione total body.

È sempre consigliabile una fase successiva di mantenimento, e tale protocollo andrebbe ripetuto a cadenza annuale per mantenere e prolungare l’effetto dei risultati nel tempo, proprio come già avviene per la rivitalizzazione del viso. A seconda dell’estensione e della condizione della cute da trattare, utilizzo una o più fiale per singolo paziente, una fiala per l’addome e una per gluteo e interno coscia. Pertanto generalmente utilizzo da 1 a 3 fiale per seduta infiltrativa. I risultati si cominciano ad evidenziare dopo due o tre sedute infiltrative e nel tempo il miglioramento si stabilizza. I pazienti stessi notano un incremento di elasticità e compattezza.

Come ho evidenziato anche in un recente articolo [5], ritengo fondamentale associare i trattamenti infiltrativi locali con un trattamento mediante integrazione nutrizionale specifica sempre a base di nucleotidi, e applicazione topica di nucleotidi, allo scopo di ottenere un sinergismo di azione. L’assunzione i nucleotidi mediante integrazione alimentare è una novità e serve a sostenere un buon ricambio e rinnovamento tessutale.

L’importanza dei polinucleotidi

L’integratore che associo (PLINEST® care IN) contiene Nucleotidi in associazione ad altri ingredienti per un’attività trofica ed antiossidante. Nucleotidi e Acido Folico favoriscono lo stimolo trofico dei fibroblasti e la conseguente neosintesi di elastina e collagene, Vitamina E, Vitamina C, Zinco, Coenzima Q10, svolgono una valida azione antiradicali liberi e stimolano le difese biologiche della pelle per un’azione efficacemente antiossidante. I Polinucleotidi per applicazione topica domiciliare sono disponibili in una formulazione specifica anche per il corpo a base di acido ialuronico, vitamina e olio di jojoba per un’azione emmollente ed elasticizzante.

Recentemente ho anche introdotto, per le pelli più secche e con aging più avanzato, un nuovo olio spray alla Vitamina E che contiene oltre il 99% di ingredienti di origine naturale. Il prodotto (PLINEST® care Oil) è un olio secco contenente Olio di Mandorle Dolci, con proprietà elasticizzanti, idratanti e protettive, Olio di Jojoba emolliente ed elasticizzante, ricco di tocoferoli, antiossidanti naturali; associati alla Vitamina E, ad azione antiossidante e anti-radicalica. Il prodotto è stato ben tollerato e apprezzato anche sulla pelle irritata post trattamento infiltrativo. Le aree cutanee che evidenziano i maggiori risultati con la biorivitalizzazione con polinucleotidi sono l’addome, l’interno braccia e il seno. Nei 10 pazienti che ho finora trattato si è evidenziato il miglioramento della texture, il miglioramento del tono cutaneo e dell’elasticità.

Il giudizio dei pazienti riguardo il trattamento effettuato è stato soddisfacente in tutti i casi: 40% migliorato e 60% molto migliorato. Per alcuni pazienti può essere utile l’associazione con radiofrequenza, ma anche le striæ distensæ soprattutto se nella fase di striæ rubræ, possono migliorare sensibilmente, utilizzando sempre lo stesso protocollo che utilizzo per il corpo. Per le striæ può essere utile l’associazione con metodi di abrasione chimica (TCA, ac. Salicilico, ac. Glicolico….) eseguita non in contemporanea.

Dott. Stefano Stracciari


Bibliografia

1 – Sini P, Denti A, Cattarini G, Daglio M, Tira ME, Balduini C. Effect of polydeoxyriboncleotides on human fibroblasts in primary culture. Cell Biochem Funct. 1999; 17(2): 107-114

2 –  Thellung S, Florio T, Maragliano A, Cattarini G, Schettini G. Polydeoxyriboncleotides enhance the proliferation of human skin fibroblasts: involvement of  A2 purinergic recepton subtypes. Life Sci. 1999; 64(18): 1661-74

3 – Cavallini M, Papagni M. Long Chain Polynucleotides Gel and Skin Biorevitalization. International Journal of Plastic Dermatology – ISPLAD. 2007; 3(3); 27-32

4 – Palmieri IP. Biorivitalizzazione total body – Focus su seno e addome. Abstract 17° Congresso Internazionale SIES Febbraio 2014, Bologna

5 – Palmieri IP. Integrazione alimentare e biorivitalizzazione: sinergia per il trofismo cutaneo. La Medicina Estetica 2013; 37(3)

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.