La chirurgia estetica è…sempre meno chirurgica

l'esperto risponde

Dott. Torsello, la chirurgia estetica si sta aprendo sempre più a interventi che di fatto non siano chirurgici. Quali sono i vantaggi?

In questo momento storico in cui ci troviamo, l’immagine è molto importante, ci siamo abituati a condurre una vita frenetica ed è quindi aumentata la necessità di apparire nel miglior modo possibile nel minor tempo possibile. Il nostro aspetto è sempre più il nostro bigliettino da visita. I In questo purtroppo la chirurgia estetica, seppur cambiata negli ultimi anni raggiungendo tempi di recupero molto veloci, è ancora deficitaria rispetto ai tempi di recupero della medicina estetica.

Oggi esistono molti trattamenti di medicina estetica, che permettono di migliorare l’aspetto, l’elasticità cutanea, e di rivitalizzazione che non bloccano l’attività sociale e lavorativa. Si tratta di un indubbio vantaggio rispetto alla tradizionale chirurgia

Un esempio è rappresentato dal dispositivo Derma Pen: cosa consente di fare?

È uno strumento rappresentato da un manipolo ed una punta con aghetti multipli molto sottili che appoggiati sulla cute la penetrano superficialmente stimolando, con l’utilizzo di acido aluronico, la produzione di nuovo collagene.

Come effetto si ha l’aumento del turgore e dell’elasticità cutanea. La cute dopo il trattamento si presenterà leggermente arrossata per qualche ora.

Un altro dispositivo di questo tipo è identificato dall’acronimo E.A.S.T.: di cosa si tratta?

È una nuova tecnologia al plasma che, sfruttando come principio fisico la corrente elettrostatica, determina la contrazione del derma, come avviene ad esempio nella blefarocontrazione.

Quando c’è eccesso di cute della palpebra si usa questo sistema per migliorarne l’aspetto, riducendo il cedimento cutaneo senza ricorrere all’intervento chirurgico.

Questo strumento si può utilizzare anche per cancellare le macchie cutanee ed asportare le escrescenze cutanee.

Come scegliere se optare per interventi di chirurgia estetica tradizionali o “non chirurgici”?

Fondamentale è la visita preliminare per stabilire se è più indicata la metodica non chirurgica rispetto a quella chirurgica perché esistono dei limiti che, rapportati alla aspettativa del risultato, possono far propendere per una soluzione piuttosto che per l’altra.

Dott. Fabio Torsello