Stivali ed anfibi: le calzature dell’inverno

Come proteggersi da freddo, pioggia o neve?

D’inverno, la moda propone calze e pantaloni skinny accompagnati da stivali ed anfibi, per essere glam senza soffrire le temperature rigide. 

Se gli stivali possono essere bassi o con il tacco alto, gli anfibi fino a qualche anno fa erano diffusi principalmente nella loro classica versione. Ora l’ultimo trend prevede la forma flatform, abbinata anche a lavorazioni speciali. 

Le decorazioni più diffuse sono i tagli laser, ma anche le applicazioni di borchieperle o di pietre simil preziose, che danno vita così alla cosiddetta ‘scarpa gioiello’

 

Tendenze dalle Fashion Week

Una Ri-Tendenza uscita dalle passerelle per l’inverno sono gli stivali alti e morbidi, direttamente tornati dalla mode degli anni ’70.

Durante la fashion week, li abbiamo visti  proporre da Marc Jacobs a Isabel Marant, ma soprattutto non sono passati per nulla inosservati quelli di Saint Laurent, glam e audaci da svelare by night only

Per quanto riguarda gli anfibi, torna ancora una volta il mondo army, lo stile grunge e l’universo underground, che contamina il guardaroba femminile.

I vari modelli proposti passano da quello in pelle rivestito internamente di pelo, a quelli più fashion con strass e fibbie, fino ai bicolore, alla vernice, alla fantasia floreale. 

Innovazione e sperimentazione: Bruno Bordese

Da oltre 25 anni, Bruno Bordese crea scarpe come veri status symbol, pezzi unici e riconoscibili grazie ad un mix di elementi classici e di tendenza, nati dalla continua sperimentazione di materiali diversi.

Il designer negli anni ha collaborato con marchi come Vivienne Westwood, CavalliCasadei e Guess, brand a cui ha apportato innovazione e sperimentazione, che sono il fulcro della sua filosofia. 

La collezione ‘Clone’ Fall Winter 2017-18 ha come fil rouge il nero, colore ricorrente nella tela di un artista, a cui per questa stagione aggiunge il rosso ed il cammello, che si intrecciano sulle calzature quasi volendo simulare l’estetica dei tattoo old school.

Quello che caratterizza il brand è principalmente la scelta dei materiali, che va dal neoprene al pelo sintetico, fino a particolari trattamenti. Uno di questi si ottiene attraverso uno specifico lavaggio in lavatrice che dona alla pelle un effetto vintage e destroyed. 

Bordese si definisce una “spugna” che trae ispirazione dalla streetart, dai mercatini dell’antiquariato e dal lifestyle delle nuove generazioni, creando così un’estetica dall’effetto vissuto ed al contempo avanguardistico.

Agnese Pirazzi

Condividi su
Pubblicato in Moda