Sole e mare: come proteggere i capelli in estate

Tutte le cure che riserviamo ai capelli durante l’anno non devono mancare nemmeno d’estate in vacanza, soprattutto se al mare

Il sole e la salsedine infatti attaccano le chiome ed è necessario proteggerle esattamente come si è soliti fare con la pelle

Ma non solo, poiché anche ciò che pare meno invasivo come l’acqua delle piscine ed il vento danneggiano le cuticole dei capelli rendendoli fragili, secchi e crespi. 

I danni da spiaggia

A differenza della pelle, i capelli non si possono scottare o bruciare, ma nel caso di capelli chiari è facile potersi scottare il cuoio capelluto. 

I raggi UV, inoltre, aggrediscono e indeboliscono il fusto dei capelli bruciando la cheratina e modificando la composizione naturale del capello. 

Infine, il sale peggiora la situazione, poiché i microcristalli salati si posizionano sui capelli dopo i tuffi in mare, attirando ancora di più i raggi ultravioletti.  

Ne consegue una disidratazione dei capelli e anche un’ossidazione, che provoca lo schiarimento naturale dei capelli, rendendoli allo stesso tempo più secchi e spenti.

Hair routine vacanziera

È necessaria quindi una hair routine specifica per quando si è in vacanza al mare: le parole d’ordine sono protezione e ripristino del film idrolipidico con prodotti specifici. 

I consigli principali per la difesa dei capelli sono svariati, tra i primi vi è l’evitare l’esposizione al sole nelle ore di punta tre le 11 e le 15, quando il sole è più aggressivo. 

Qualora non si volessero perdere le ore in cui il sole è più caldo per dedicarsi alla tintarella, must sono i cappelli a falda larga di paglia o i foulard con stampa fantasia. 

Durante i bagni in mare, è consigliabile tenere i capelli legati e raccolti per evitare il contatto eccessivo con la salsedine, ma nel caso non si potesse fare a meno dei tuffi l’importante è risciacquare al più presto la chioma con acqua dolce. 

Per quanto riguarda invece i prodotti da utilizzare, l’aloe vera pura è la ricetta migliore per ripristinare le proteine contenute nel capello, mentre gli oli protettivi da utilizzare in spiaggia a stampo vegetale lubrificano e proteggono la cute. 

Ad ogni tipologia di capello corrispondono diverse necessità e cure, ma questi piccoli accorgimenti eviteranno eventuali SOS da parte delle nostre chiome! 

Agnese Pirazzi

Condividi su