Saldi invernali: come iniziare bene il 2018

Inizia il nuovo anno, e subito dopo il Natale, non ci si è ancora accontentati dei regali: questa volta, però, a guadagnarci sarà il nostro guardaroba!

In tutta Italia, circa nella prima settimana di Gennaio – il giorno varia da regione in regione – iniziano, in quasi i tutti i negozi, i pazzi sconti sui capi invernali.

Anche se le nuove collezioni 2018 non faranno parte degli abiti selezionati, c’è comunque modo per sbizzarrirsi, tra pellicce, cappotti, maglioni, jeans e così via.

Come ogni anno, l’inizio dei saldi ha attirato grande partecipazione, nonostante il maltempo in numerose città; infatti, a riscuotere per ora i migliori numeri di vendita, risultano essere i centri commerciali.

Dalla catene alla grandi marche

Oltre ai negozi di piccoli e medi commercianti, che quasi tutti ogni anno partecipano al rito dei saldi, immancabili sono le grandi catene, tanto amate soprattutto dai giovani.

Per citarne una, forse la favorita per qualità- prezzo e per estetica dei capi, Zara è diventata, soprattutto negli ultimi anni, un grande colosso della moda e-commerce.

Il brand è proprietà del gruppo Index, il cui fondatore è lo spagnolo Amancio Ortega, proprietario anche di  marchi come Bershka, Zara Home Stradivarius, oltre che il secondo uomo più ricco del mondo dopo Bill Gates, a quanto risulta dalla classifica del magazine Forbes.

Oltre a quelli già citati, i primi risultati vedono un gran riscontro soprattutto per quanto riguarda le grandi firme, anche se, per questo settore, i migliori clienti sembrano essere stranieri, come giapponesi, russi e arabi.

Saldi comodi: shopping online

Per coloro che non amano la confusione che si scatena nella città e nei negozi durante il periodo dei saldi, ormai quasi tutte le marche mettono a disposizione uno store online per gli acquisiti da casa in serenità.

Un altro vantaggio della rete sono i saldi anticipati: alcuni store presenti solo online come asos.com, missguided.com e zalando.com, infatti, usano scontare i loro capi già circa una settimana prima dell’inizio effettivo dei prezzi ribassati.

E anche se occorre approfittare dell’occasione, sia in rete che in store, attenzione alle taglie! Molti rivenditori, infatti, potrebbero non cambiare la merce acquistata in saldo.

 

Agnese Pirazzi

Condividi su