Sulle tracce dei primi cacciatori

Oggi vogliamo soffermarci su quella che ai primi di maggio hai coinvolto bambini e bambine di Classe Terza, accompagnati dalle maestre Stefania, Irene e Giulia che li hanno accompagnati a Capo di Monte, in Valle Camonica.

I bambini hanno trascorso una giornata rivivendola come i nostri antenati, tra l’Età della pietra e l’Età dei metalli.

Antiche impronte, piccole caverne e sentieri nascosti

Durante la mattinata gli alunni, incuranti delle nuvole minacciose che si avvistavano all’orizzonte, sotto l’occhio attento ed esperto della guida, hanno attraversato un piccolo bosco alla ricerca delle tracce dei primi ominidi che si sono stanziati nei territori.

Hanno analizzato impronte, cercato rifugio in piccole caverne, scovato sentieri nascosti…fino a trovare le famose incisioni rupestri!

Ce l’hai Neanderthal!?

Finalmente un meritato riposo e un po’ di gioco libero!

Chi non ha mai giocato a ce l’hai Neanderthal?

Inseguimenti all’aria aperta in allegria.

Viviamo in una casa neolitica: accendiamo il fuoco e lavoriamo il metallo!

Nel pomeriggio gli alunni si sono trasformati in uomini del Neolitico e, insieme alla guida, hanno abitato in una ricostruzione di casa neolitica, acceso il fuoco e poi costruito la punta di una freccia fondendo il metallo!!!

Ritorno a casa…pieni di nuove esperienze

Fortunatamente le nuvole nere della mattina non hanno portato la pioggia, cosi maestre e bambini sono riusciti a vivere appieno tutta la giornata, euforici come solo i bambini possono esserlo quando giocano in compagnia, portando a casa un bagaglio di esperienze da condividere con mamma, papà, fratelli, nonni…

Ti è piaciuto l’articolo?

Visita la Vetrina

Condividi su