Fashion show a Parigi: la nuova tendenza make-up

Il 22 Gennaio si è aperta la stagione delle sfilate primavera/estate 2018 a Parigi ed uno dei primi marchi ad essere sceso in passerella è stato Dior, al Muséè Rodin.  

Il brand, oltre a dimostrare, come in ogni sua sfilata, alta sartorialità e linee proprie della sua tradizione, per questa stagione lancia una tendenza nuova, riguardante il make up.

 

Make-up tattoo

Le modelle sfilano leggere come delle ninfee, ma non passa inosservata la scelta innovativa del make-up, che diventa parte integrante del look e del corpo stesso. 

Infatti, per questa sfilata, si è parlato di make-up tattoo, per le linee marcate e nere che solcano gli occhi e i visi puliti delle modelle, creando forme astratte o piccoli disegni. 

Oltre agli occhi, i piccoli tattoo decorano anche le mani e il resto del corpo, con scritte dallo stile surrealista, che prendono il posto di gioielli, trasformandosi in anelli, bracciali e collane alternative.

A completare il concetto artistico-surrealista, il direttore creativo Maria Grazia Chiuri, aggiunge come dettaglio ad abiti e make-up maschere di diverse forme e dimensioni che incorniciano i volti.

 

Make-up, la tendenza più facile da copiare

Ogni anno, le tendenze estrapolate dalle sfilate sono perlopiù riguardanti abiti, abbinamenti innovativi, accessori, insomma, la parte meno accessibile ed economica, se si fa riferimento all’alta moda. 

Il make-up, invece, riproducibile da tutte a prezzi decisamente bassi, risulta essere sottovalutato rispetto ai trend per l’abbigliamento e preso d’ispirazione solo da modelle famose ed influencer, come per esempio Bella e Gigi Hadid. 

Non dimentichiamoci che il primo colpo d’occhio è quello che ci regala il nostro volto, che in occasioni speciali può essere decorato all’ultima moda senza spese, per farci sentire come delle Miss Dior, anche con un abito qualsiasi

Perché quindi non mixare un outfit sportivo, casual, elegante, ma alla nostra portata, con un make-up da haute couture parigina? 

Agnese Pirazzi

Condividi su