Beauty 2018: l’anno dei cosmetici

Secondo gli ultimi studi sui risultati delle vendite e sulla qualità dei nuovi cosmetici, il 2018 porterà grande successo al mercato del beauty.

Dopo l’alternarsi di Europa, Asia e America come continenti “top spender” del settore bellezza, in questo nuovo anno si prevede l’affermazione di Asia e Nord America, con più del 60% del monopolio.

Ma quali sono le categorie che andranno ad incrementarsi? 

Lo skincare continua a ricoprire la parte di mercato più richiesta, con un 36% del mercato globale, seguito da prodotti per capelli con il 23%, e dal make-up, che al contrario di quanto si creda, rimane indietro al 18%

Per questo 2018, però, l’attenzione si sposterà sulla cura della pelle, per la quale si stima un guadagno entro l’anno di circa 20 miliardi: si sa, gli anni passano, e occorre sempre più tenere a bada i segni del tempo!

 

Cura e bellezza della pelle

Tra i cosmetici più usati per la pelle, soprattutto del nostro viso, troviamo ai primi posti gli oli detergenti: un prodotto semplice per rimuovere facilmente il trucco e le impurità della pelle, con particolare attenzione a quella secca

Secondo, ma non per importanza, il fondotinta inclusivo, che già nell’anno appena concluso ha riscontrato grandi incrementi, soprattutto grazie alla ampissima varietà di nuance.

Per combattere e rigenerare, invece, l’età e la qualità della pelle, sembrano essere favoriti i rulli facciali, che combattono borse e occhiaie. I migliori per effetto anti-age sono disponibili con micro aghi, per un trattamento stimolante e riempitivo dall’interno.

Skincare: un’attenzione per il futuro

La grande attenzione per lo skincare nel 2017, si ripercuoterà anche su questo nuovo anno, incrementando ulteriormente le vendite per i prodotti contro l’inquinamento, già a quota otto milioni solo in Europa.

La richiesta arriva dalla consapevolezza degli effetti negativi dell’inquinamento ambientale e dei batteri, con i quali ognuno di noi entra facilmente in contato ogni giorno.

Ma la cura della pelle non si ferma solo all’uso di maschere e prodotti protettivi e purificanti qualsiasi. Circa il 73% dei consumatori preferisce, infatti, acquistare prodotti esclusivamente naturali, con formule controllate senza agenti chimici, come parabeni o siliconi

Un 2018 all’insegna del greendell’ecologico, per aiutare la natura e nel contempo anche il nostro organismo, la nostra pelle, la nostra bellezza!

 

Agnese Pirazzi

Condividi su