Terapia con onde d’urto: versatile ed efficace

Focus

La terapia basata sull’utilizzo di onde d’urto viene utilizzata di frequente nel trattamento di alcune malattie epatiche e renali, ad esempio per distruggere i calcoli, e nel campo della medicina estetica, ma negli ultimi tempi essa ha trovato un’ampia applicazione anche in ambito ortopedico e sportivo nella terapia di varie patologie muscolo-scheletriche.

 Cos’è l’onda d’urto e quante ne esistono

L’onda d’urto non è altro che un’onda acustica ad alta energia, a impulso più o meno frequente, prodotta attualmente perlopiù da un generatore elettromagnetico, capace di diffondersi nel corpo a profondità variabile regolabile e di andare a colpire la zona indicata senza provocare un effetto termico, cioè senza generare calore.

Le onde d’urto per eccellenza sono dette focalizzate perché in grado di agire in estrema profondità e con estrema precisione. Ultimamente si sono diffuse anche le onde d’urto dette radiali (o balistiche), efficaci soltanto su patologie superficiali, dal momento che non sono focalizzate, ma si disperdono radialmente attraverso la cute, senza che l’energia possa essere concentrata esattamente là dove serve.

Non a caso queste ultime sono utilizzabili anche da operatori non medici, ad esempio i fisioterapisti, mentre le onde d’urto focalizzate possono essere applicate solo da personale medico specializzato.

Le patologie trattabili e la loro azione

Con questa terapia si possono efficacemente trattare gomito (epicondilite, epitrocleite), spalla (tendinopatie inserzionali, sindome da conflitto sub-acromiale), ginocchio (endinopatie del rotuleo e della zampa d’oca), pube (tendinopatie degli adduttori) e caviglia (tendinopatie dell’Achilleo, apofisi calcaneari).

Le onde d’urto svolgono un’azione antinfiammatoria, favoriscono la vascolarizzazione, stimolano la capillarizzazione (formazione di nuovi vasi) e la formazione di tessuto osseo in caso di fratture recenti.

Inoltre, esse riducono la sensibilità al dolore ed eliminano le calcificazioni muscolari di natura traumatica, risultando una valida soluzione laddove il trattamento fisioterapico o infiltrativo fallisca e senza ricorrere alla extrema ratio chirurgica.

La terapia disponibile nel Centro Sant’Alessandro

Presso il Centro di Medicina dello Sport Sant’Alessandro è possibile eseguire terapie d’urto a bassa, media e alta energia, garantendo la massima personalizzazione della terapia.

Infatti, con alte energie si interviene sull’osso, sulle patologie legate ai processi fratturativi e sulle pseudoartrosi, riservando le basse energie ai processi infiammatori, tendiniti inserzionali, contratture e stiramenti muscolari.

Il trattamento è poco doloroso, di breve durata (circa 5 minuti) e non necessita di anestesia. In genere, si effettuano tre sedute con cadenza settimanale, oltre ad eventuali altre tre, da effettuarsi comunque non prima di 2/3 settimane dal primo ciclo.

Centro di Medicina dello Sport S.Alessandro

 

840 Visite totali, 1 visite odierne