Sessualità in menopausa: il ruolo dell’ossigeno ozono terapia

Sessualità in menopausa: il ruolo dell'ossigeno ozono terapia

articolo

La menopausa, oggi, inizia in una età relativamente giovane per la donna e spesso in pieno benessere, comportando modificazioni importanti non solo a livello ormonale, ma nei vari distretti dell´organismo, con una crisi in cui convergono fattori biologici, psicologici, culturali e sociali.

Questi cambiamenti necessitano di tempo per essere assorbiti e spesso impongono modificazioni della vita di coppia in cui giocano in modo preponderante lo stato di salute, lo stile di vita, il rapporto consolidato tra i coniugi. L’analisi di quanto avviene  permette di vivere la  sessualità con incoscienza giovanile e godere di momenti di tenerezza, fantasia e piacere; è indubbio che si debba avere un´idea positiva di se stessi e godere di spazi propri sia dal punto psicologico, culturale, sociale e  fisico.

I disturbi tipici della menopausa

disturbi più significativi si manifestano a livello centrale: calo del desiderio (carenza ormonale) e dell´eccitazione (minor disponibilità biologica e psichica); a livello periferico, poi, bisogna tener presente che sono interessati tutti gli organi sensoriali (diminuzione della sensibilità tattile, del gusto, dell´olfatto, dell´udito e della vista). A livello genitale sono presenti secchezza vaginale, alterazioni vulvari e cause vascolari. E’ pur vero che lo stile di vita è estremamente importante, ma per la complessità delle componenti che avvolgono la vita di coppia un aiuto molto importante può venire dall’ozonoterapia.

I benefici dell’ozonoterapia

L’ossigeno ozono terapia è infatti una terapia a largo spettro, con effetto rigenerativo locale e sistemico, agisce a livello di cervello, cuore, rene, polmone, visceri addominali, sistema vascolare, con maggiore cessione e migliore utilizzo di ossigeno e sostanze nutritive nei tessuti.

 L’ozono ha così un potente effetto anti invecchiamento, stimola la produzione di energia nella cellula riattivando il sistema anti-ossidante ed energetico; un ridotto utilizzo dell’ossigeno, infatti, provoca l’invecchiamento di tutte le cellule dell’organismo. La cura simultanea delle eventuali infiammazioni e degenerazioni a livello vulvovaginale, seguite da una effettiva rivitalizzazione e migliore circolazione, determina nella donna il ritorno ad un’eccellente vita sessuale.

Lo stesso avviene per l’uomo, che in andropausa ha spesso problemi di erezione. La via di somministrazione più usata, assolutamente indolore e priva di rischi, è quella sistemica infusionale, cioè “l’Autoemoinfusione”: l’ozonoterapia sottoforma di “Autoemoinfusioni”, come già riferito, determina un miglioramento della circolazione “in toto” e quindi un’ottimale ossigenazione dei tessuti, indispensabile per l’attività erettile. L’ozono terapia non solo non dà alcuna complicazione, ma può essere affiancata alle altre cure tradizionali già prescritte dal medico curante.

 Dott. Prof. Gianfranco Zandonini

Dott. Prof. Gianfranco Zandonini