Salute e zucchero non vanno d’accordo

Dalla barbabietola o dalla canna da zucchero viene estratto il succo zuccherino grezzo che è sottoposto a complessi procedimenti di trasformazione industriale.

Il prodotto finale è una bianca sostanza cristallina che viene utilizzata per dolcificare gli alimenti.

Troppi zuccheri alzano la glicemia

Molti dei cibi che oggi giorno vengono pubblicizzati e destinati soprattutto ad un pubblico giovane, costituito da bambini e ragazzi, contengono tra i propri ingredienti una notevole quantità di zuccheri.

L’assunzione di zuccheri semplici, con l’alimentazione, innalza rapidamente i livelli di glucosio nel sangue (glicemia).

Un normale livello di glicemia è utile per fornire l’energia al nostro corpo ed al cervello ma, a livelli elevati scatena molte reazioni negative.

Il circolo vizioso

Con l’assunzione degli zuccheri semplici ad alto indice glicemico, si verifica un immediato picco nella quantità di insulina prodotta, tuttavia quest’ultima abbassa rapidamente il livello di glicemia, ragione per quale ricompare lo stimolo della fame e inizia un circolo vizioso che vanifica quasi tutte le diete che vengono adottate.

No alla demonizzazione dello zucchero, ma…

La.letteratura scientifica dimostra che non esiste una differenza significativa in termini di perdita di peso a lungo termine delle diete con diversa composizione nutrizionale, sia che siano a basso contenuto in carboidrati che a basso contenuto in grassi o iperproteiche.

La demonizzazione di tutti i grassi nelle diete costituisce pertanto un falso mito.

La quantità massima giornaliera da assumere dovrebbe essere inferiore ai 25 grammi e, per coloro che sono in sovrappeso, inferiore ai 15 grammi (compreso anche il fruttosio che è presente nella frutta).

Cosa si rischia se si esagera con lo zucchero

L’assunzione di un quantitativo in eccesso di zuccheri può comportare:

  • riduzione delle difese immunitarie,
  • aggravamento dell’asma,
  • acidificazione del nostro corpo,
  • peggioramento delle malattie cardiache, del diabete, dei calcoli biliari, dell’ipertensione, delle artriti, di alcuni tipi di cancro.

Consigli per limitare lo zucchero

Si consiglia pertanto un’assunzione moderata del quantitativo di zucchero giornaliero, eliminando tutte le bevande dolci compresi i succhi di frutta e tutti i cibi elaborati industrialmente, fatta eccezione per le spremute fresche.

Particolarmente consigliato è l’assunzione della Stevia, dolcificante naturale poco conosciuto, ricavato dalle foglie dell’omonima pianta che ha un potere dolcificante da 150 a 250 volte maggiore a quello del comune zucchero, con zero calorie…particolare non da poco.

 

Sanitas Care