Ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio

Focus

Il legamento crociato anteriore è uno dei quattro legamenti principali che rendono stabile il ginocchio.  All’ interno del ginocchio ci sono due legamenti che uniscono tibia e femore. Sono denominati legamenti crociati perché formano una X al centro dell’articolazione garantendo stabilità. Il legamento crociato anteriore impedisce lo spostamento in avanti della tibia rispetto al femore e controlla la rotazione della gamba rispetto alla coscia.

Cause di rottura

Il legamento può lesionarsi in seguito ad una distorsione del ginocchio, per esempio cambiando improvvisamente direzione o atterrando da un salto in maniera scorretta, ma anche a causa di un’eccessiva iperestensione o iperflessione, oppure in seguito ad un trauma diretto o un contrasto di gioco.

Sintomi

Il quadro tipico è caratterizzato da un rumore di schiocco e dalla sensazione che il ginocchio vada fuori sede. Nei giorni successivi il ginocchio si gonfierà rapidamente e probabilmente resterà una sensazione di cedimento ed instabilità con importante limitazione funzionale.

Diagnosi

La diagnosi si basa sul sull’esame clinico che si avvale di opportuni test per valutare la stabilità passiva del ginocchio. Molte lesioni dei legamenti possono essere diagnosticate attraverso una completa valutazione clinica del ginocchio.

Il più delle volte si richiede una risonanza magnetica (RMN) per confermare la rottura e valutare eventuali lesioni associate a carico dei menischi, dei legamenti collaterali e della cartilagine.

Cure

Il trattamento di una rottura del legamento crociato anteriore varia a seconda del grado di instabilità del ginocchio e delle necessità individuali del paziente.

Non esiste un solo tipo di lesione. Vi può essere una rottura che provochi sia lassità che instabilità oppure una lesione che può portare lassità anteroposteriore, ma non lassità torsionale. Proprio la lassità torsionale del ginocchio è correlata ai sintomi clinici e all’instabilità soggettiva.

Il tipo di paziente fa la differenza

In un atleta giovane coinvolto in sport di agilità molto probabilmente sarà necessario ricorrere alla chirurgia per ritornare a praticare sport in sicurezza. Il paziente meno attivo, o meno giovane, potrebbe essere in grado di ritornare a una vita quotidiana normale senza ricorrere alla chirurgia.

L’intervento di ricostruzione con innesto di tessuto

La ricostruzione del legamento crociato anteriore è un intervento che si esegue in artroscopia, ovvero attraverso piccole incisioni e prevede la sostituzione del legamento lesionato con un innesto di tessuto. L’innesto può essere ottenuto da diverse fonti. Spesso viene prelevato dal tendine rotuleo, posizionato tra la rotula e la tibia. I tendini gracile e semitendinoso sono posizionati nella parte posteriore della coscia e sono un’altra comune fonte di innesto. Talvolta, viene utilizzato il tendine quadricipitale, posizionato nella coscia sopra la rotula. Infine, potrebbe essere utilizzato un innesto da cadavere (allograft).

Conclusioni

In tutti i tipi di innesto ci sono vantaggi e svantaggi. E’ importante discutere con il chirurgo sulla scelta dell’innesto per identificare il più adatto al paziente.

 

DOTT-VASCELLARI

Dott. Alberto Vascellari