Radiofrequenza medica ed estetica: cosa cambia

Combattere i segni del tempo ed avere un viso sempre fresco e levigato è il sogno di tutte le donne.

Un metodo efficace, indolore e non invasivo, per ottenere questo risultato, o quantomeno avvicinarcisi, è sicuramente la radiofrequenza viso, altrimenti conosciuta come lifting senza bisturi.

Radiofrequenza dal medico o nel centro estetico

La domanda veramente importante da fare, non è se la radiofrequenza viso funzioni o meno, ma da quale tipo di professionista andare: il medico estetico o l’estetista?

Questo perché, quando si parla di trattamenti estetici, è fondamentale conoscere e valutare bene tutti i benefici senza dimenticare i rischi.

Diciamo subito, per chi non lo sapesse, che c’è differenza tra la radiofrequenza medica e quella estetica, la prima è un trattamento che viene praticato da un medico vero, la seconda invece da un centro estetico.

La differenza tra i due trattamenti è abissale, sia in termini di durata, che del risultato finale.

Radiofrequenza medica

Nella radiofrequenza medica, la durata di una singola seduta può variare tra i 20 e i 30 minuti, mentre la durata del ciclo varia da 7 a 10 sedute, a seconda del tipo dei risultati che si vuole ottenere e dell’estensione della zona da trattare.

Radiofrequenza estetica

La radiofrequenza estetica, ovvero quella che si effettua presso i centri estetici, è diversa da quella medica, perché impiega macchinari più soft e questo influisce sui risultati che, seppur gradevoli, sono, ovviamente, meno evidenti e duraturi rispetto a quelli ottenuti con la radiofrequenza medica.

Indicazioni alla radiofrequenza medica

Quest’ultima è particolarmente indicata contro le rughe del contorno occhi, il viso ed il collo senza essere invasiva; al contrario della chirurgia medica estetica, infatti, essa non prevede né bisturi periodi di convalescenza.

Non è un caso che la radiofrequenza medica sia la tecnica più scelta sia da uomini che da donne, grazie alla sua efficacia nei risultati, i prezzi, più economici rispetto a filler o botox impiegati per lo stesso trattamento di rughe, l’assenza di effetti collaterali.

Dott.ssa Veronica Manzoni