Prevenzione dentale: la cura inizia dai denti sani

Con l’espressione “prevenzione dentale” o “odontoiatrica” si indicano tutte le cure, le attenzioni e le buone abitudini che aiutano a mantenere in salute denti e bocca.

Le regole per i bambini

La prevenzione deve iniziare già in tenera età; i denti da latte vanno comunque curati perché hanno l’importantissimo compito di tenere lo spazio per i denti permanenti, condizionandone la salute. E’ molto importante insegnare al bambino il metodo corretto per una buona pulizia dei denti, in modo che possano conservare questa abitudine anche in età adulta.

Le regole per gli adulti

Gli adulti devono spazzolare i denti sopra e sotto, all’esterno e all’interno, sulla parte masticante e fra un dente e l’altro. I denti non andrebbero invece spazzolati con un movimento orizzontale da destra a sinistra o viceversa, perché le setole dello spazzolino mosse parallelamente alla gengiva non rimuovono la placca sotto il solco gengivale, anzi tendono a trascinarla negli spazi interdentali, favorendo l’insorgere di tartaro e carie. Qualunque sia la scelta dello spazzolino utilizzato, ogni mese deve essere sostituito.

Da adulti, per una corretta igiene della bocca, è indispensabile anche l’utilizzo del filo interdentale, in grado di eliminare la placca batterica che ha aderito a quelle parti del dente dove lo spazzolino non arriva. L’azione di strofinamento esercitata dal filo stacca, infatti, la placca batterica da queste zone e un successivo sciacquo la elimina dalla bocca.

I denti vanno lavati almeno tre volte ogni giorno dopo ogni pasto, in quanto già pochi minuti dopo la pulizia, si forma una pellicola che favorisce l’insorgere di nuovi batteri che si nutrono di zuccheri presenti nei residui alimentari.

Anche dopo uno spuntino ricco di zuccheri è consigliabile lavarsi i denti o, nel caso in cui non si abbia uno spazzolino a disposizione, quanto meno sciacquarsi la bocca.

L’importanza dell’alimentazione

Curare i denti significa anche curare l’alimentazione. La placca batterica, infatti, ha origine proprio dai residui alimentari, soprattutto dei cibi zuccherati. L’eccessivo contatto fra denti e zuccheri, infatti, facilita la produzione di acidi che corrodono lo smalto dei denti e, quindi, facilitano l’azione della placca batterica e della carie. La frutta, la verdura, gli alimenti integrali e il formaggio, invece, sono cibi particolarmente ricchi di vitamina D, di calcio e di fluoro, sostanze fondamentali per la salute dei denti.

Visite periodiche

È importante sottoporsi regolarmente a visite periodiche dal proprio odontoiatra per identificare e poter curare, sin dalle prime fasi, eventuali processi patologici a carico dei denti e delle gengive. Altresì importanti ed opportune sono le sedute d’igiene orale professionale per la rimozione del tartaro che si forma nelle zone più difficili.

Alberto Bozzolan

Du.Val. Servizi Dentali