Prevenire il diabete con l’alimentazione

Prevenire il diabete con l’alimentazione

Il diabete è un disturbo cronico del metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine.

Esso si manifesta con picchi di concentrazione degli zuccheri nel sangue (glicemia) che, nel tempo, portano a rischi cardiaci, malattie renali con difficile tolleranza delle proteine, forte accumulo di adipe sull’addome. Inoltre, possono svilupparsi retinopatie e malattie nervose.

Il pancreas, in caso di diabete, non secerne insulina in quantità sufficienti oppure le cellule del corpo non riconoscono più la normale insulina prodotta.

In entrambi i casi, lo zucchero non entra più nelle cellule e resta accumulato nel sangue.

Forme di diabete

Le forme tradizionali di diabete sono di tipo I e di tipo II:

  • Il diabete di tipo I si manifesta nei bambini o negli adolescenti, è detto “insulinodipendente”, si sviluppa in seguito alla distruzione delle cellule beta del pancreas, quindi ad una mancata produzione di insulina. Questi soggetti dovranno assumere insulina per tutta la vita.
  • Il diabete di tipo II, detto “non insulinodipendente”, si manifesta dopo i 40 anni, inizia con insulino-resistenza, ossia con le cellule dell’organismo che si rendono meno sensibili all’insulina.

Esistono altre forme cosiddette diabete-simili:

  • il diabete secondario (che si instaura dopo altre patologie o che è dovuto all’assunzione di farmaci particolari),
  • il diabete gestazionale (durante la gravidanza),
  • l’intolleranza al glucosio (che è la fase pre-diabetica).

Cause di diabete

Le cause sono differenti a seconda della forma di diabete. Nel diabete di tipo I pare che la distruzione delle cellule del pancreas sia dovuta a fattori di autoimmunità, ma anche virus, batteri e sostanze chimiche possono portare allo stesso risultato.

Mentre nei soggetti affetti da diabete di tipo II pare che sia l’obesità con la concomitante sindrome metabolica a causare diabete. In questo secondo caso, perdendo peso si può arrivare a migliorare la sintomatologia. Il diabete di tipo II è proprio tipico della società occidentale, laddove l’alimentazione è basata molto su prodotti commerciali. Al contrario, non si riscontra diabete nelle popolazioni rurali e laddove le popolazioni rurali siano state indotte ad occidentalizzarsi esse hanno mostrato diabete con la nostra stessa incidenza.

Raccomandazioni alimentari

L’alimentazione può fare tanto nella prevenzione del diabete:

  • evitare carboidrati semplici, trattati e concentrati,
  • preferire carboidrati integrali,
  • consumare il meno possibile grassi saturi.

Alimenti che aiutano a tenere la glicemia sotto controllo sono: olive, soia, legumi, noci, mandorle, nocciole, carciofi, mango, anche il lievito di birra, che è ricco in cromo, e la cannella.

L’esercizio fisico è fondamentale: sia quello aerobico che quello di tonificazione rieducano i muscoli alla captazione del glucosio dal sangue.

Dott.ssa Valeria Cantarelli

Dott.ssa Valera Cantarelli