Perché abbiamo la bocca secca?

 

articolo

Avere la bocca secca può essere dovuto a varie ragioni. La prima che viene in mente è la sete, quando il 20% del corpo ha raggiunto un livello di disidratazione. In estate si suda molto di più e di conseguenza la percezione di avere la bocca secca è più frequente, così come la sete.

Si può avvertire la bocca secca perché si è mangiato particolarmente salato, considerato che il sodio altera equilibrio idrogeologico- elettrolitico dell’organismo.

La bocca secca è la manifestazione anche di un disagio emotivo contingente, legato a situazioni ansiogene che fanno sentire la bocca impastata.

Tutto quanto descritto finora rientra nella norma, vi sono casi in cui avere la bocca secca è la spia di problematiche serie.

Naso chiuso e alito cattivo

La bocca secca può essere dovuta al naso chiuso che induce alla respirazione orale. Se ciò non è dovuto a un banale raffreddore, è bene approfondire la sintomatologia per verificare la presenza di polipi nasali e/o di una deviazione del setto di cui si è sempre ignorato l’esistenza.

Alla bocca secca può essere associato anche l’alito cattivo. Se ciò avviene solo al risveglio, in genere è sufficiente bere un bicchiere d’acqua prima di fare colazione. Se però l’alitosi persiste nel corso della giornata, ecco che potrebbe essere la spia di una infezione del cavo orale, ad esempio una gengivite dovuta ai batteri depositatisi nelle tasche parodontali. Una visita dal dentista di fiducia consentirà di valutare l’esatta causa di bocca secca e alito cattivo.

Stimolo ad urinare

La bocca secca può comparire quando aumenta lo stimolo ad urinare, contestualmente anche ad una perdita di peso. Una causa potrebbe essere il diabete, a seguito di un aumento dei valori glicemici, che a sua volta induce una diminuzione del metabolismo ghiandolare e a catena una diminuita secrezione salivare. Un semplice test glicemico potrà aiutare a meglio comprendere cosa stia accadendo.

Effetto collaterale dei farmaci

La bocca secca può essere l’effetto collaterale di farmaci quali antidepressivi o diuretici, che provocano la ridotta secrezione salivare, così come della chemioterapia. Unico rimedio in questi casi è stimolare le ghiandole a produrre più saliva, masticando ad esempio una gomma senza zucchero  o mettendo in bocca piccoli cubetti di ghiaccio.

La sindrome di Sjogren

Se alla bocca secca si associa una persistente secchezza degli occhi e pelle disidratata,  allora il problema potrebbe essere serio. Esiste, infatti, la sindrome di Sjogren, una malattia infiammatoria aiutoimmune che colpisce in prevalenze le donne provocando una secchezza generale nell’organismo. Ciò accade in quanto il sistema immunitario attacca le ghiandole salivari impedendo loro di secernere saliva.

 

Dott.ssa Federica De Pascalis

Dott.ssa Federica De Pascalis