Ozonoterapia, un aiuto contro l’invecchiamento

articolo

Sappiamo tutti bene che l’invecchiamento fisiologico è inarrestabile e che ognuno invecchia in modo diverso. Oggi, grazie ai progressi della medicina e al miglioramento per molti delle condizioni di vita, la longevità è aumentata per cui è importante vivere bene la terza e la quarta età, che per i più fortunati possono essere di lunga durata.

Cos’è l’invecchiamento

L’invecchiamento è un evento geneticamente programmato sin dall’infanzia, controllato dal funzionamento dei sistemi nervoso, immunitario ed endocrino e condizionato dai progressivi, e in alcuni casi inevitabili, danni creati dall’ambiente in cui viviamo.

Cosa si può fare per rallentare l’invecchiamento

Le principali cause di morte (patologie cardiovascolari e polmonari, tumori e diabete) sono il risultato di un processo che, in molti casi, inizia già dai primi anni di vita.

Quello che ognuno può fare è curare l’alimentazione, in base all’età, e praticare un regolare esercizio fisico. L’alimentazione deve essere ricca di minerali e vitamine. Molte persone dimenticano di bere e lo fanno solo quando hanno davvero sete. Si tratta di un’abitudine sbagliatissima perché il nostro corpo è come una centrale idroelettrica che ha appunto bisogno di acqua per funzionare bene.

La carenza di liquidi provoca una ridotta sintesi proteica, aumento del tessuto adiposo, diminuzione dell’efficienza fisica e mentale, spalancando le porte all’obesità.

Inoltre, è importante dedicare un tempo adeguato al riposo notturno ed assicurarsi che sia davvero ristoratore. Oggi, invece, purtroppo, la carenza di sonno è talmente diffusa, da essere considerata una condizione normale.

Da cosa dipende l’invecchiamento

L’invecchiamento dipende dalla scarsa eliminazione delle tossine prodotte dalle cellule e dal conseguente aumento dello stress ossidativo.

A sua volta, ciò è dovuto al rallentamento della circolazione sanguigna e linfatica che provoca carenza di ossigenazione a livello dei tessuti.

Il risultato finale è una minor energia e un danno a livello dei vari distretti del corpo umano: cuore, cervello, rene, tessuto sottocutaneo, muscoli ed ossa.

Cosa può fare l’ozonoterapia contro l’invecchiamento

Un aiuto concreto contro l’invecchiamento può venire dall’ozonoterapia.

L’ozono ha un’azione antiflogistica, antidolorifica, riattiva la circolazione nel microcircolo dei vari distretti. Migliora l’ossigenazione nei tessuti e può essere utilizzato con efficacia nelle patologie cerebro vascolari, nelle arteriopatie periferiche, nelle infezioni croniche e nelle malattie autoimmuni.

L’ozono è quindi un potente anti aging perché riattiva la circolazione ematica e linfatica in tutto il corpo, risultando utile nei cali di memoria, nella demenza senile, nella stanchezza cronica.

Inserita in uno stile di sano, l’ozonoterapia è elemento non solo di cura, ma di prevenzione nelle patologie che affliggono l’anziano.

Dott. Prof. Gianfranco Zandonini

Dott. Prof. Gianfranco Zandonini

286 Visite totali, 12 visite odierne