Ortopedia del futuro: computer e robot al servizio del chirurgo

Focus

Il futuro in Ortopedia è già qui. Come avviene in molti settori della nostra vita, esso è scandito dagli sforzi dei ricercatori (spesso chirurghi) e dagli sviluppi, inarrestabili, della tecnologia che, in questa specialità, raggiunge i livelli più elevati.

Non esiste una ricerca importante che possa rimanere a lungo nell’oblio. Internet ha sconvolto il mondo scientifico ed anche la nostra specialità, nel bene e nel male. Si fa sempre più ricorso a questo strumento, non solo per far conoscere i propri traguardi, ma anche per rendere più efficaci le comunicazioni in tempo reale, durante meeting e corsi di perfezionamento.

Computer e Robot

Detto questo, è indubbio che una piccola rivoluzione è in atto nel nostro modo di operare (e non solo in quello della nostra specialità). Il computer ed il robot stanno cambiando le procedure chirurgiche dei nostri interventi.

La navigazione computerizzata è un ausilio sempre più utilizzato per il piano operatorio ed il posizionamento corretto delle protesi di ginocchio e d’anca. Sta prendendo piede anche nella chirurgia dei legamenti del ginocchio, nelle osteotomie del ginocchio, nella chirurgia vertebrale ed in traumatologia.

Vantaggi della chirurgia computerizzata

I vantaggi in termini di precisione ed informazioni è notevole, permettendo al chirurgo di:

  • migliorare il proprio gesto chirurgico,
  • renderlo riproducibile e standardizzarlo,
  • registrarlo e di discuterlo, qualora i risultati non raggiungessero l’obiettivo.

E’ un ottimo strumento di didattica per i più giovani ed i meno esperti. Un recente studio prospettico ha dimostrato che, dopo 16 interventi di protesi di ginocchio, un principiante raggiunge degli standard, paragonabili a quelli di un esperto.

Robot ancora un passo indietro

Il robot sembra essere il futuro, anche se non ha ancora mostrato l’evidenza scientifica della navigazione. E’ un settore in continua evoluzione e la ricerca in questo campo è febbrile.

Per un sistema che fallisce, subito entra nel mercato uno nuovo con caratteristiche migliori in tema di risparmio di tempo e di soluzioni chirurgiche. La robotica, inoltre, è trasversale a diverse specialità chirurgiche e ciò la rende un buon investimento per qualsiasi clinica o struttura ospedaliera desideri essere all’avanguardia.

Situazione in Italia e nel mondo

Oggi, sono pochi i Centri in Italia che utilizzano queste tecnologie, ma in tutto il mondo sta crescendo l’interesse per questi nuovi contributi, che dovrebbero migliorare notevolmente lo standard degli interventi.

Conclusioni

Il sempre maggiore utilizzo del computer e della robotica in chirurgia ortopedica, ma in generale in chirurgia, può garantire senza dubbio una riduzione degli errori e delle complicanze intra e post chirurgiche, in particolare nel caso di interventi complessi, oltre ad accelerare e al contempo migliorare la formazione dei giovani chirurghi.

 

norberto confalonieri

Dott. Prof. Norberto Confalonieri