Oli essenziali, quando naturale è sinonimo di benessere

Il benessere (da ben – essere = “stare bene” o “esistere bene”) è uno stato che coinvolge tutti gli aspetti dell’essere umano. La parola “benessere”, il cui senso nel passato coincideva essenzialmente con la salute fisica, oggi ha man mano assunto un significato sempre più ampio, coinvolgendo tutti gli aspetti dell’essere fisico, emotivo, mentale, sociale e spirituale.

Spesso la parola “benessere” viene associata o addirittura usata come sinonimo della parola “naturale”.

I rimedi naturali fanno bene ma…

Per recuperare il benessere, a volte sono sufficienti i rimedi naturali, privi di effetti collaterali, rispetto a certi farmaci di sintesi. Tuttavia, naturale non è sinonimo di innocuo o sicuro.

Bisogna, pertanto, fare attenzione a ciò che si acquista e si utilizza, in quanto non tutti i rimedi a base di erbe sono perciò stesso sicuri e solo l’utilizzo corretto permette di sfruttare al massimo i benefici (effetti terapeutici) e ridurre al minimo gli effetti dannosi (effetti indesiderati).

E’ fondamentale, ad esempio, prestare particolare attenzione alla contemporanea assunzione di farmaci, al fine di evitare che possano interagire fra loro.

Le interazioni possono infatti ridurre l’efficacia della terapia in atto o aumentare la comparsa di effetti indesiderati.

Gli oli essenziali

Rappresentati di primordine dei rimedi naturali sono gli oli essenziali, la quintessenza della pianta da cui sono estratti, che non contengono materia grassa come gli oli vegetali ottenuti attraverso un processo di spremitura (olio di girasole, di mais, di mandorla dolce, ecc.).

Si tratta della secrezione naturale contenuta nelle cellule della pianta: nel calice, nel gambo, nella scorza del frutto o in altre parti della pianta.
Le sostanze presenti negli oli essenziali sono molto concentrate e pertanto possono essere utilizzate in piccole quantità.

La modalità di assunzione può variare: per diffusione, per inalazione, per massaggio o ancora sotto forma di sali da bagno.

Il limone

L’olio essenziale estratto dal limone (Citrus limonum) rinforza l’immunità naturale, regola il metabolismo, è un tonico del sistema nervoso, un antisettico generale e battericida, antivirale, un tonico digestivo e depurativo in generale.

Inoltre, ha un’azione sulla microcircolazione: diminuisce la permeabilità dei capillari ed aumenta la loro resistenza. È indicato in caso di astenia, stanchezza, stati di affaticamento generale e perdita di concentrazione.
È prezioso nella cura della pelle, in particolare per contrastare: eruzioni cutanee, foruncoli, verruche, herpes, comedoni, seborrea del viso, geloni, couperose ed unghie fragili.

La melaleuca

L’olio essenziale di Melaleuca alternifolia (Tea tree oil) ha grandi proprietà antisettiche nel trattamento di alcune malattie infettive, particolarmente le micosi, come la candidosi vaginale, l’acne e le verruche.
E’ molto attivo, oltre che sui funghi, sullo stafilococco aureo resistente ad alcuni antibiotici.
La melaleuca è anche molto efficace nelle infezioni di naso, gola, orecchio e delle vie respiratorie.
Lo si utilizza spesso in ambito ginecologico.

 In questo articolo Sanitas Care ha voluto dare solo un assaggio delle potenzialità terapeutiche degli oli essenziali.

Sanitas Care

 

920 Visite totali, 2 visite odierne