Nausea in gravidanza: cosa mangiare

Nausea in gravidanza cosa mangiare
Nausea in gravidanza: cosa mangiare

Sebbene la nausea in gravidanza sia un fastidioso sintomo che si manifesta nel 50 -70% delle donne, le cause specifiche che la provocano non sono del tutto note.

Il rimedio per contrastarla per fortuna c’è ed è alla portata di tutti: la corretta alimentazione. In questo articolo cercheremo di chiarire le idee e fornire consigli utili.

Quando si manifesta la nausea in gravidanza

Già dopo due settimane dal concepimento, la nausea gravidica si manifesta e si protrae fino alla ventesima settimana circa.

In rari casi è presente fino al termine della gestazione o si accompagna ad episodi di vomito.

La nausea non si manifesta solo di mattina, come popolarmente noto, ma si presenta durante tutto l’arco della giornata, stimolata, a volte, da odori particolari, assaggiando o solo guardando alcuni cibi o bevande.

Cause di nausea in gravidanza

Come accennato, le cause scatenanti di questo fastidioso, e talvolta invalidante, sintomo non sono ben note, presentandosi in modo assolutamente unico in ogni gestante, per frequenza, intensità e durata.

Se le cause non sono certe, sicuramente certe sono le numerose concause come, ad esempio, l’aumento dell’HCG, ovvero la molecola gonadotropina corionica umana, causato dalla variazione dei flussi ormonali.

Fattori di rischio

I fattori di rischio che favoriscono la nausea in gravidanza sono:

  • Obesità,
  • Stress,
  • Cinetosi (mal d’auto, di mare, ecc),
  • Familiarità del disturbo,
  • Stile di vita disordinato.

Combattere la nausea in gravidanza con l’alimentazione

Sebbene sembri un controsenso dover combattere la nausea stimolata da odori o vista di cibo proprio con l’alimentazione, è cosa assolutamente certa che una corretta alimentazione giornaliera aiuti notevolmente a ridurla ed eliminarla.

Bisogna dunque imparare a gestire i pasti seguendo una tabella di marcia che preveda spuntini frequenti, quantitativamente non abbondanti, per evitare ipoglicemia o pressione bassa causate dal senso di vuoto nello stomaco.

Inoltre, è importante mangiare lentamente ed in posizione corretta, sedute ben dritte, eliminando totalmente i cibi e le bevande che affaticano la digestione.

La gravidanza sarà così affrontata in modo sereno ed in buona salute.

Cosa mangiare in gravidanza

I cibi da preferire in gravidanza sono senza dubbio quelli a base di carboidrati, ma poco sapidi.

Ad esempio, sono molto indicati il pane tostato, cracker e similari integrali, abbinati a olio extra vergine d’oliva, olive o patè di olive, hummus di ceci.

In abbinamento alle pietanze o sotto forma di tisana, è consigliato lo zenzero, ricco di sali minerali e polifenoli, fondamentali in gravidanza. E’ uno degli alimenti che non solo facilita la digestione, ma ha grandi proprietà anti nausea. Si consiglia di non eccedere nel consumo quotidiano: in gravidanza max 5 g/die e non zuccherato.

La frutta, preferibilmente cotta, con l’aggiunta di mandorle, pinoli e noci ed una spolverata di cannella, rappresenta un ottimo alimento contro la nausea in gravidanza.

Carne e pesce fanno benissimo, purché cotti al vapore.

Sciogliere in bocca della liquirizia purissima può aiutare ad attenuare la nausea. 

Cibi da evitare

Vanno eliminati dalla propria dieta tutti i cibi troppo zuccherini perché stimolano maggiormente il senso di nausea.

Carne e pesce cotti per bollitura vedono modificata in modo importante la loro struttura molecolare risultando molto meno digeribili.

Sono da evitare cibi che stimolano iperacidità come caffè e the, bibite gassate e molto zuccherate, spezie aromatiche o piccanti e alcool.

Nutrirsi bene in gravidanza è un atto d’amore verso sé stesse e verso il bimbo che si porta in grembo.

Lavinia Giganti

Dott.ssa Nicole Calgaro Biologa Nutrizionista
Dott.ssa Nicole Calgaro Biologa Nutrizionista a Thiene

Dott.ssa Nicole Calgaro