Magnetoterapia e fratture ossee

Magnetoterapia e fratture ossee

La magnetoterapia è un trattamento che sfrutta gli effetti dei campi magnetici per stimolare il processo di guarigione delle fratture ossee, curare l’osteoporosi e le ferite. 

Origini e caratteristiche

L’utilizzo dei campi magnetici nella medicina occidentale comincia negli anni ‘70. Da allora, la magnetoterapia si è diffusa velocemente come pratica di cura ed è oggi disponibile in quasi tutti gli ambulatori di riabilitazione.

Le onde magnetiche agiscono sui tessuti organici, accelerando i processi di scambio ionico a livello della membrana cellulare e stimolando il metabolismo delle cellule.

Applicazione

Nella gestione dei disturbi osteo-articolari, la magnetoterapia è ormai un trattamento consolidato. Per le patologie dell’osso, in particolare, ci sono numerosi studi scientifici che sostengono l’impiego dei campi magnetici quando, a seguito di fratture, si verifica un ritardo nella formazione del callo osseo.

Non generando calore, la terapia può essere utilizzata anche in presenza di sintesi metalliche interne, come protesi all’anca o al ginocchio. Il trattamento è indolore e può essere svolto in autonomia dall’utilizzatore.

Dove si può effettuare

La magnetoterapia può essere effettuata negli ambulatori e nei reparti di ortopedia di ospedali e centri medici oppure a domicilio, comodamente a casa del paziente.  

NB: I dispositivi di magnetoterapia professionale vanno utilizzati dopo aver consultato il rispettivo manuale d’uso.

Meccanismi biologici

La magnetoterapia è in grado di stimolare tre meccanismi biologici:

  • cellulare (azione sulla membrana cellulare);
  • interstiziale e tissutale (azione sulle molecole proteiche del tessuto connettivo);
  • tangenziale (azione a livello del tessuto osseo).

Meccanismo cellulare

La magnetoterapia espleta il proprio effetto sulle strutture cellulari che hanno subito una depolarizzazione a seguito di un evento traumatico. Questo determina la rottura dell’equilibrio intra/extra cellulare (garantito dalla pompa sodio-potassio), fenomeno che si manifesta con edemi e stati infiammatori. La magnetoterapia va ad agire sulle cause di questo squilibrio, Interagendo con i processi cellulari.

Meccanismo interstiziale e tissutale

La magnetoterapia agisce sulle proteine contenute nel collagene: sollecitate dai campi magnetici, queste si comportano come calamite e trasformano l’energia fisica in eventi elettrochimici. Le onde elettromagnetiche permettono inoltre di attivare l’emoglobina, determinando una maggiore ossigenazione dei tessuti.

Meccanismo tangenziale

I flussi elettromagnetici utilizzati in magnetoterapia sono onde non ionizzanti che esercitano un’influenza bio-fisica sull’organismo.

Durata e modalità di trattamento

La seduta dura mediamente 30 minuti e il ciclo terapeutico può protrarsi, in base alla propria condizione, da un minimo di due settimane fino a cinque-sei mesi (con applicazioni di solito quotidiane).

I moderni strumenti di magnetoterapia sono facili da usare e possono essere utilizzati anche durante la notte, mediante specifici dispositivi Total body.

Controindicazioni

Trattamento indolore, la magnetoterapia è priva di rischi per la salute. La magnetoterapia è sconsigliata solamente alle donne in gravidanza e controindicata ai portatori di pace-maker, in quanto le onde magnetiche potrebbero interferire con il corretto funzionamento dell’apparecchio cardiaco.

La voce dell’esperto

“I dispositivi magnetoterapici di ultima generazione funzionano molto bene per le problematiche ossee, soprattutto nella guarigione delle fratture (come già era per quelli “classici”), e soprattutto nella fase rigenerativa di alcuni tessuti (funzione specifica di questi dispositivi evoluti)” afferma il Dott. Jacopo Pisati, fisioterapista e direttore del Centro MedinMove a Lecco.

Magnetology® Medical System

Magnetoterapia e fratture ossee
Dispositivo per il trattamento notturno

Il sistema Magnetology® Medical System, rimedio non farmacologico, consente di trattare comodamente a casa le problematiche dell’apparato muscolo-scheletrico e può essere perciò impiegato con successo nella gestione delle fratture ossee. Tale metodica viene quotidianamente utilizzata da migliaia di persone per migliorare il proprio stato di salute.

I dispositivi Magnetology® sono strumenti ad alto contenuto tecnologico certificati dal Ministero della Salute. Questi strumenti medici sono il risultato dell’esperienza maturata da Amel nel campo della magnetoterapia professionale: una soluzione pratica e non invasiva per la cura delle fratture ossee.