Liposcultura radiofrequenza assistita

l'esperto risponde

Dott. Izzo, parliamo di liposcultura, in particolare radiofrequenza assistita: di cosa si tratta?

La moderna Chirurgia Estetica può migliorare il profilo corporeo attraverso la tecnica di Liposcultura (o Lipoaspirazione, Liposuzione), ma nel corso degli anni la tecnica base non si è mostrata sufficiente a dare il risultato desiderato in alcuni pazienti, perchè gli accumuli adiposi erano di grosse dimensioni oppure perché la pelle era scarsamente elastica, poco tonica. Per poter trattare questi casi oggi è possibile impiegare una tecnica combinata di Liposcultura e Bodytite denominata appunto LIPOSCULTURA RADIOFREQUENZA ASSISTITA (RFAL – RadioFrequency Assisted Liposuction), che utilizza speciali cannule per aspirare il tessuto adiposo presente in eccesso nelle zone selezionate e   contemporaneamente somministra l’energia della radiofrequenza.

Quali sono le zone trattate?

Tutte le zone che presentano accumuli adiposi e pelle poco elastica. Nelle donne frequentemente sono i fianchi, l’addome e l’interno coscia, mentre per gli uomini i fianchi, l’addome ed il torace. E’ anche possibile intervenire, più raramente, sulle braccia e sul sottomento. Il Chirurgo valuterà il paziente e dirà se l’intervento è adatto al suo caso. La Liposcultura è infatti ideale per rimuovere le adiposità localizzate, gli accumuli di tessuto adiposo (grasso), ma non può sostituire la dieta o l’esercizio fisico.

Come avviene l’intervento e come si sviluppa il post intervento?

Si impiegano speciali cannule di piccolo calibro (3-4mm) per generare l’energia termica della radiofrequenza e contemporaneamente rimuovere mediante aspirazione il tessuto adiposo (grasso) in eccesso. L’intervento ha una durata di circa 60 minuti, si esegue nella maggior parte dei casi in anestesia locale con sedazione e si potrà fare ritorno a casa nel giro di poche ore (Day Surgery).

Raccomando 24 ore di riposo, poi sarà possibile tornare alle normali attività quotidiane. Dopo 7 giorni saranno rimossi gli eventuali punti di sutura. Sarà necessario indossare una guaina elastica e compressiva per almeno 14 giorni. Dopo 30 giorni si potrà riprendere l’attività fisica.

Esistono rischi?

Tutte le procedure chirurgiche comportano rischi, ma la RFAL è una procedura sicura: il calore generato, coagulando i vasi sanguigni, riduce la possibilità di formazione di lividi o ematomi; la sonda è dotata di appositi sensori di temperatura che eliminano il rischio di danneggiare la pelle della zona trattata. In generale, persone sane, che non abbiano problemi di salute importanti, hanno un ridottissimo rischio di complicanze. I rischi sono dunque minimi ma sono comunque necessari gli esami preparatori e l’intervento deve essere eseguito in un apposito ambiente chirurgico.

Il risultato è definitivo?

Il grasso aspirato non si riforma, mentre il tono cutaneo va mantenuto attraverso trattamenti specifici, unitamente ad un’alimentazione equilibrata e una adeguata attività fisica. Seguendo le indicazioni prescritte si potrà mantenere la pelle tonica ed il profilo corporeo armonioso nel tempo.

Dott. Luigi Izzo