Linfodrenaggio postoperatorio: il metodo Vodder

articolo

Il linfodrenaggio metodo Vodder è una tecnica di massaggio manuale con finalità terapeutiche che agisce su problematiche di cute e sottocute, senza interessare la fascia muscolare.

L’utilità del linfodrenaggio metodo Vodder nel postoperatorio

Lo scopo di questo tipo di linfodrenaggio è quello di velocizzare la cicatrizzazione, eliminare edemi ed ecchimosi, favorire l’elasticizzazione del tessuto atrofizzato; per questo è particolarmente indicato nel postoperatorio, sia generale che di chirurgia estetica.

La particolare esecuzione dei movimenti manuali del linfodrenaggi, infatti, permette il riassorbimento degli edemi postoperatori in tempi molto più rapidi delle altre terapie.

L’efficacia del linfodrenaggio metodo Vodder nelle mani degli operatori

La particolare efficacia del metodo Vodder dipende dall’esecuzione manuale degli operatori; i movimenti sono lenti, ritmici, ripetitivi con una pressione lieve sulla pelle che agisce sul sistema linfatico.

Questi specifici movimenti attivano il passaggio linfatico tra una stazione e l’altra dei linfonodi, rispettando rigorosamente il deflusso.

Quando eseguire il linfodrenaggio metodo Vodder?

I casi in cui il linfodrenaggio metodo Vodder è particolarmente indicato possono essere riassunti in:

  • edemi a causa di insufficienza linfatica.
  • Edemi post operatori.
  • Insufficienza venosa.
  • Cellulite edematosa.
  • Edemi da trauma.

Ma l’ambito d’applicazione è molto più ampio; per esempio è indicato anche in caso di patologie reumatologiche ed infiammazione cronica delle vie respiratorie.

Le controindicazioni al trattamento

Le controindicazioni al trattamento di linfodrenaggio metodo Vodder possono essere assolute o relative.

Nel primo gruppo rientrano casi in cui non si deve assolutamente eseguire tale terapia, per esempio casi di neoplasie di natura maligna, trombosi venosa profonda, allergie, infezioni generali o locali in presenza di febbre.

Nel secondo gruppo, ovvero le controindicazioni relative, rientrano casi in cui con opportuni accorgimenti, sia nel modo di eseguire i movimenti che nei tempi di esecuzione, può essere eseguito, ad esempio le neoplasie maligne curate, ipotensione, gravidanza (nei primi tre mesi), disturbi della tiroide, per citarne solo alcune.

Il metodo Vodder deve essere eseguito da specialisti del settore e dopo specifica valutazione del medico

Poiché la caratteristica del linfodrenaggio Vodder, rispetto ad altre tecniche, sta nella specifica manualità, ne consegue che l’operatore, addetto all’esecuzione di questo massaggio linfatico, deve essere specializzato in linfodrenaggio metodo Vodder.

Inoltre, dato il complesso elenco di controindicazioni, è fondamentale rivolgersi prima al medico specialista, allo scopo di capire se ci sono i presupposti per poter usufruire della suddetta tecnica, evitando conseguenze anche molto gravi.

Per concludere…un po’ di storia sul metodo Vodder, un massaggio linfatico valido da oltre 70 anni

Il massaggio linfatico metodo Vodder nasce negli anni 30 del secolo scorso.

Sin da subito viene accolto con grande favore grazie ai risultati positivi ottenuti durante gli anni di studio di Emil Vodder, fisioterapista danese che, prima di approcciarsi alla tecnica che prese il suo nome, studiò a lungo il sistema linfatico.

Fu definito un metodo rivoluzionario tanto che, oggi, è considerato un ottimo strumento fisioterapico per trattare patologie del sistema linfatico.

Lavinia Giganti

 

Milano Terme

Milano Terme