Ipertermia e sistema immunitario

Ipertermia e stimolazione immunitaria

 

articoloLe terapie biologiche (immunoterapia, anticorpi monoclonali, modificatori della risposta biologica, ecc.), con un approccio relativamente nuovo, sfruttano, in modo diretto o indiretto, la capacità del sistema immunitario di combattere il tumore e di attenuare gli effetti collaterali dei trattamenti convenzionali di chemioterapia e radioterapia, integrandosi vantaggiosamente con le differenti metodiche di ipertermia. Le terapie biologiche hanno la funzione di ripristinare, stimolare o incrementare la risposta del sistema immunitario.

Diversi studi hanno nel corso degli anni chiarito come parte dei meccanismi che rendono efficace l’ipertermia siano da attribuire ad una attivazione del sistema immunitario. Mentre infatti l’azione citotossica diretta del calore, con livelli significativi di morte cellulare, si realizza al raggiungimento di soglie di temperatura maggiori di 43°C e mantenute per un periodo non inferiore ai 60 minuti, a temperature inferiori prevale l’azione di stimolo sulle cellule del sistema immunitario, in particolare mediante un’attivazione chiave di macrofagi e cellule dendritiche, cellule che giocano un ruolo fondamentale nella lotta dell’organismo contro il tumore.

Vuoi sapere cos’è l’Ipertermia? La trovi nel Glossario Medico

Dott.ssa Elisabetta Pontiggia

Dott.ssa Elisabetta Pontiggia