Eccessiva sudorazione: disturbi, cause e rimedi

La sudorazione è una funzione naturale del corpo, ma non essendo controllabile può diventare fastidiosa in caso di forme abbondanti.

Questa condizione si manifesta grazie alle ghiandole sudoripare eccrine, che rilasciano un liquido composto al 99% di acqua e l’1% di sale, per raffreddare la temperatura corporea. 

La sudorazione può avvenire per caldo eccessivo, durante l’attività fisica, ma anche quando si è stressati o nervosi.

Oltre alle ghiandole sudoripare eccrine, anche quelle apocrine sono attive e rilasciano liquidi: questo sudore è però ricco di lipidi e di proteine e può causare cattivi odori.

Eccessiva sudorazione disturbi cause e rimedi

Iperidrosi: iperattività ghiandolare

Qualora la sudorazione abbondante si manifestasse anche in situazioni inusuali si può parlare di iperidrosi, cioè di una condizione patologica.

In questo caso, le ghiandole sudoripare sono “iperattive” e costringono il corpo a sudare anche a temperature moderate o quando è a riposo.

Esistono due tipologie di iperidrosi:

  • la prima, detta primaria o focale, colpisce mani, piedi, viso e ascelle;
  • la secondaria, invece, dipende da una patologia latente o da una causa ormonale.

Questa condizione può portare i soggetti che la vivono a trovarsi in situazioni imbarazzanti e stressanti, causando complicanze a livello psicologico.

Eccessiva sudorazione disturbi cause e rimedi

Possibili soluzioni al problema

Una buona tecnica per iniziare a risolvere il problema della sudorazione eccessiva è poterla prevenire con scelte quotidiane sane e adatte a noi.

Per coloro che soffrono di questa problematica, infatti, sono sconsigliati i cibi speziati, l’alcol, il caffè l’eccessiva esposizione al sole.

salva ascelle sono un’opzione più pratica per poter proteggere i vestiti, meglio se chiari o scuri, così da poter nascondere meglio i segni del sudore.

Gli anti-traspiranti, invece, sono importanti alleati, poiché riescono a ridurre la sudorazione grazie ai sali di alluminio: agiscono sulle ghiandole chiudendole parzialmente e quindi riducendo il sudore.

La chiusura delle ghiandole è innocua grazie a questi particolari spray e roll-on, infatti viene semplicemente prodotto meno sudore e di conseguenza anche l’odore viene limitato.

Trattamenti specifici: botulino e ionoforesi

Esistono poi veri e propri trattamenti per coloro che non riescono a gestire il problema con gli strumenti di uso comune sopra descritti. Uno di questi è il trattamento botulinico di tipo A, che prevede iniezioni della sostanza neurotossica nella ascelle, riuscendo ad inibire i nervi della sudorazione.

Un secondo trattamento è la ionoforesi, che tramite la corrente introduce ioni nella pelle, agendo sulle ghiandole sudoripare e bloccandone temporaneamente l’azione. Questo tipo di intervento è adatto soprattutto per sudorazione eccessiva di mani e piedi, causata magari da disturbi della tiroide.

Agnese Pirazzi