Dolori mestruali? La soluzione ozono

 

articolo

Il ciclo mestruale diventa un incubo per molte donne a causa del dolore associato. In questo caso si parla di “dismenorrea”, un problema disabilitante che può condizionare la vita, anche a partire dalla fase pre-mestruale, protraendosi dopo la fine del ciclo. I dolori mestruali possono non avere una causa specifica, e in tal caso si parla di dismenorrea primaria, oppure essere il sintomo di una patologia latente legata all’apparato riproduttivo, che esplode in una manifestazione dolorosa in concomitanza della mestruazione: fibromi, infezioni della pelvi, endometriosi, eccetera.

I dolori mestruali sono caratterizzati da crampi addominali, localizzati nella parte bassa, così intensi da rendere impossibili i rapporti sessuali, a volte anche nei giorni immediatamente precedenti e/o successivi. Il primo approccio è quello farmacologico, sottoforma di antinfiammatori non steroidei, in particolare in caso di dismenorrea primaria. Quando vi è una causa nota, cioè si tratta di dismenorrea secondaria, è necessario eliminarla alla radice e questo significa intraprendere terapie mirate, a volte lunghe. C’è qualcosa, però, che la donna può fare a scopo preventivo o come coadiuvante durante la terapia intervenendo sulla propria dieta. Mangiare più frutta, verdura, in generale alimenti ricchi di fibre e diminuire i grassi, i minerali e le vitamine consente di alleviare la sensazione dolorosa. Utili sono anche le tecniche di rilassamento che insegnano a gestire meglio lo stress provocato dall’attacco algico.

E arriviamo a spiegare cosa può fare l’ozono medicale, la cui efficacia contro i dolori mestruali è stata scoperta per caso, utilizzandolo per tutt’altro scopo, cioè per intervenire sul grasso sottocutaneo a livello addominale, che tende ad accumularsi per una insufficienza del microcircolo venoso. In pratica, infiltrando il gas a bassa concentrazione nella zona dell’ombelico e in sede soprapubica, in alcune pazienti sono scomparsi i dolori mestruali che le prostravano da anni. L’ozono medicale è diventato quindi una terapia riconosciuta e sempre più praticata nella cura della dismenorrea.

Esso, infatti, favorisce i meccanismi di protezione nei confronti della produzione di radicali liberi (che così si sviluppano in quantità ridotta) e di sostanze tossiche. Si tratta di una metodica terapeutica ormai consolidata grazie ad anni di esperienza clinico-scientifica e diffusa in diversi Paesi, capace di risolvere molte patologie o quantomeno di alleviarne grandemente la sintomatologia. Per concludere, sarà utile un breve riepilogo delle azioni terapeutiche dell’ossigeno ozono terapia: antibatterica, virus-statica (stimola il sistema immunitario), lipolitica, emoreologica (aumenta l’ossigenazione dei tessuti), cicatrizzante e antiedemigena (riduce l’edema), analgesica e antinfiammatoria. riossigenazione capillarica dei vari distretti, compreso quello ovarico, che riporta nella norma il metabolismo delle gonadi.

 

Dott. Prof. Gianfranco Zandonini

Dott. Prof. Gianfranco Zandonini