Chiropratica: il decalogo dei benefici

Focus

 Da quasi un decennio la Chiropratica è stata riconosciuta anche in Italia come disciplina medica. A livello mondiale essa è una delle più richieste forme di guarigione alternativa. Sono tantissimi i pazienti oncologici che, sopravvissuti al cancro, utilizzano la terapia chiropratica, per alleviare dolore e stress, migliorare l’umore e il riposo notturno.

Lo scopo del trattamento chiropratico, però, non è soltanto alleviare il dolore, ma anche migliorare la qualità  della vita, intervenendo su problemi sistemici relativi ai muscoli e al sistema nervoso centrale.

I 10 principali benefici attribuibili alla Chiropratica

  1. Agevola le prestazioni e il recupero in ambito sportivo

Sia gli atleti che gli sportivi non professionisti possono beneficiare di specifici trattamenti chiropratici, focalizzati sulla manipolazione di articolazioni, dei tessuti molli e colonna vertebrale, per migliorare i tempi di recupero e prevenire infortuni, quali distorsioni e commozioni. I Chiropratici, inoltre, possono insegnare come eseguire corrette tecniche di riscaldamento e stretching che possono ridurre il verificarsi di un infortunio o la sua gravità e i tempi di riabilitazione.

  1. Riduce il mal di testa

Il mal di testa di origine cervicale può derivare da posizioni scorrette mantenute a lungo con testa, collo e schiena, così come tali cattive abitudini posturali possono un mal di testa già presente. La terapia chiropratica elimina le interferenze che provocano tensioni a livello muscolare e vertebrale, riuscendo a limitare la comparsa e/o a diminuire l’intensità del mal di testa.

  1. Stimola il sistema immunitario

Il sistema immunitario interagisce direttamente con il sistema nervoso che ha un ruolo fondamentale nello stato di salute generale. Anche in questo caso, le interferenze nel collegamento tra il sistema nervoso e quello immunitario condizionano la capacità di guarire in modo adeguato. Senza interventi chirurgici o farmaci, la chiropratica ripristina la capacità che il nostro corpo ha di auto-ripararsi a livello genetico, stimolando pienamente il sistema immunitario.

  1. Favorisce il benessere e la prevenzione

La Chiropratica consente di manipolare la colonna vertebrale attraverso esercizi di decompressione che migliorano il riposo notturno senza effetti collaterali noti. Inoltre, essa agisce positivamente su problemi gastrointestinali che possono riguardare grandi e piccini: coliche, stipsi persistente, bruciore di stomaco, reflusso gastroesofageo (GERD), sindrome dell’intestino irritabile. Come accennato all’inizio, la Chiropratica è utilizzata anche in ambito oncologico, in particolare su alcuni dei primi sintomi comuni: il dolore muscolo-scheletrico e il mal di testa cronico. Il 70% dei pazienti con cancro avanzato, inclusi quelli a polmoni, tiroide, seno, rene e  prostata presentano metastasi al sistema scheletrico. Il trattamento chiropratico è stato anche dimostrato migliorativo nella guarigione dei pazienti oncologici, rispetto ai farmaci e ad altre terapie convenzionali.

  1. Allevia allergie e asma

Studi scientifici sostengono che la terapia chiropratica apporti benefici in termini di diminuzione della quantità di farmaci necessari per allergie e attacchi di asma, così come in termini di sintomi. La qualità della vita migliora sensibilmente e soprattutto i bambini ne traggono giovamento, con grande soddisfazione da parte dei genitori.

  1. E’ utile in gravidanza

Durante la gravidanza, molte donne sperimentano mal di schiena cronico a causa della modificata distribuzione del peso  su bacino e articolazioni. Dolore e spasmi muscolari possono aumentare la probabilità che una madre incinta vada incontro a un travaglio e a un parto complicati. Il trattamento chiropratico si concentra sul bilanciamento dei muscoli, del bacino e delle articolazioni durante la gravidanza, così da alleviare la pressione sull’utero. Questo trattamento aumenta la probabilità che il bambino nasca in una posizione preferibile, riducendo al contempo il rischio di parto cesareo.

Il 72% delle donne riferisce di trovare sollievo dal dolore durante la gravidanza grazie alla cura chiropratica. Parte di questo successo è dovuto al fatto che le donne sono incoraggiate e in genere propense a seguire un esercizio fisico di routine adeguato nel corso della gravidanza. Questo riduce l’aumento di peso, migliora gli ormoni e permette per un riposo più confortevole durante la notte.

  1. Mitiga il dolore cronico

La Lombalgia cronica colpisce oltre il 10% della popolazione mondiale ed è la conseguenza più frequente di un infortunio sul lavoro negli Stati Uniti e in Canada, dove si colloca al sesto posto tra le patologie che gravano maggiormente sui costi della Sanità. Rispetto alle pratiche di gestione convenzionali, la Chiropratica è a basso costo e migliora la guarigione di tutto il corpo.

I medici chiropratici si concentrano anche sull’istruzione del paziente ad adottare comportamenti corretti che contribuiscano a ridurre a cascata le lesioni, la disabilità, i costi di assistenza, gli effetti collaterali negativi. La terapia chiropratica è altamente indicata in tutti quei casi in cui si voglia dare sollievo a un dolore cronico.

  1. Consente di gestire difficoltà comportamentali e di apprendimento

La Chiropratica può aiutare a ridurre l’iperattività e comportamenti dirompenti legati alla ADHD, oltre a difficoltà di apprendimento associate all’autismo. L’evidenza dimostra che il trattamento chiropratico aiuta un bambino a concentrarsi, ne migliora l’apprendimento e il comportamento, limitandone le occasioni di agitazione.

  1. Riduce la dipendenza dai farmaci e gli interventi medici

Negli ultimi otto anni vi è stato un incremento del 65% di pazienti con la necessità di sottoporsi a cure spinali, con un aggravio notevole sui costi sanitari. Il 96% delle persone con mal di schiena potrebbe trovare sollievo senza intervento chirurgico grazie alla Chiropratica e ciò porterebbe a una notevole riduzione della spesa sanitaria.

Il dolore cronico è in aumento e la prima ancora di salvezza a cui la maggior parte delle persone ha accesso con facilità è il farmaco, con la conseguenza sempre più diffusa di incorrere in un abuso che a lungo andare renderà inefficace l’azione del farmaco e comporterà effetti collaterali altamente negativi. I giovani adulti sono particolarmente soggetti a un abuso di farmaci. Inoltre, in ambito pediatrico, il rischio di commettere errori nel trarre da un dose per adulti quella per un bambino è alto.

  1. Normalizza la pressione sanguigna

L’ipertensione colpisce circa il 33% degli americani. La maggior parte di questi individui la controlla con dei farmaci. La Chiropratica può controllare in modo significativo la pressione sanguigna, provocando una diminuzione di entrambi i valori di pressione sanguigna:  sistolica e diastolica.

In effetti, i test dimostrano che la Chiropratica funziona in maniera efficace nel gestire l’ipertensione così come due dei farmaci più comunemente prescritti. I Chiropratici si concentrano sull’osso nella parte superiore del collo in prossimità del tronco cerebrale, che può avere un impatto sulla regolazione della pressione sanguigna.

Dott. Giovanni Bisanti

Dott. Giovanni Bisanti