Medicina di Regolazione

Mai come oggi le conoscenze della “medicina convenzionale” sono state così vaste e mai abbiamo avuto a disposizione tanti farmaci così “potenti”.

Tuttavia, le patologie sembrano aumentare ad un ritmo superiore del progresso “medico scientifico” (sia in termini di diagnosi che di terapie).

Questo è dovuto al fatto che si corre il rischio di frammentare l’individuo, che in realtà è un unicum inscindibile, perdendo di vista la capacità di autoregolazione dei nostri sistemi.

La Medicina di Regolazione si avvale sia di tutte le conoscenze della “medicina ufficiale” sia delle più valide branche della medicina non convenzionale.

Ove possibile, è importante usare la medicina di regolazione al posto di quella di soppressione, che porta con sé molti effetti collaterali sgraditi.

Insieme, esse possono portare a risultati che una delle due, da sola, non potrebbe raggiungere.

Non vi è quindi conflitto fra medicina convenzionale e di regolazione, cerchiamo di trarre il meglio da ognuna.