Chirurgia

Le origini della Chirurgia sono antichissime. Studi archeologici ed antropologici hanno dimostrato l’utilizzo di metodi rudimentali di sutura, amputazione, drenaggio e cauterizzazione già diversi millenni prima di Cristo. Il record apparterebbe ad alcuni crani trapanati fatti risalire a 12.000 anni a.C.! A grandi linee, la storia della Chirurgia può suddividersi in tre epoche: dalla preistoria alla scoperta dell’anestesia e delle procedure per evitare le infezioni durante gli interventi (Chirurgia antica), sino alla rivoluzione degli antibiotici (Chirurgia classica) ed infine l’attuale, cioè l’epoca dei trapianti e delle applicazioni tecnologiche (Chirurgia moderna).

Come anche i non addetti ai lavori sanno, le branche specialistiche della Chirurgia sono innumerevoli, con una progressiva “parcellizzazione” sempre più marcata. C’è il chirurgo della mano, del piede, del naso, quello specializzato in alcuni tipi di intervento piuttosto che in altri. Se da un lato l’ampia offerta garantisce ampia scelta, dall’altro è davvero difficile orientarsi ed andare a “pescare” in ogni occasione il professionista più indicato.

Quando ci si sottopone ad un intervento chirurgico, piccolo o grande che sia, è necessario sempre avere la massima fiducia nella persona alla quale ci si affida. Lo sviluppo della tecnologia applicata alla chirurgia ha rappresentato un cambiamento epocale, che non sappiamo se e quali limiti possa avere in futuro. Certo è che oggi sono possibili interventi minimamente invasivi anche in situazioni molto delicate, qualcosa che ai tempi dei crani trapanati non era minimamente pensabile!
riga