Chirurgia Plastica

Se parlando di Chirurgia in generale abbiamo sottolineato la grande difficoltà nell’orientarsi tra una miriade di professionisti super specializzati, ecco che nel campo della Chirurgia Plastica ciò avviene in maniera particolarmente evidente. Innanzitutto è necessario chiarire alcuni concetti base, sui quali a volte, anche per colpa dei media, si tende a fare confusione.

La Chirurgia Plastica (dal greco plastikos, ossia “plasmare”, “modellare”) è una branca della Chirurgia che ha lo scopo di migliorare, correggere od eliminare difetti estetici, sia innati sia derivanti da malattie, incidenti o traumi di varia natura. Chirurgia Estetica e Ricostruttiva sono due sottobranche della Chirurgia Plastica, che partono da due presupposti completamente diversi: nel primo caso si interviene per libera volontà della persona che intende cambiare il proprio aspetto, nel secondo si interviene per necessità, per porre rimedio ad una modificazione dovuta a cause esterne (malattie, incidenti, traumi, come accennato in precedenza).

In un’epoca in cui piacersi (e piacere) è sempre più importante per il benessere psicologico, l’interesse per la Chirurgia Plastica attira, purtroppo, anche professionisti poco seri (per non dire ciarlatani). Informarsi è la prima regola, documentandosi in autonomia sul web, ma anche poi confrontandosi con chi ha avuto già esperienze simili, con il proprio medico di famiglia e con lo specialista di riferimento.
riga