Botox o filler? Questo è il dilemma

Con l’aumentare dell’età il volto inizia a mostrare inesorabilmente i segni del tempo. Piccole rughe fanno capolino sulla fronte e vicino agli occhi e si fatica ogni giorno di più ad avere un aspetto fresco.

 Elastina e collagene

Questo perchè la produzione di elastina e collagene diminuisce, provocando a sua volta una diminuzione dell’elasticità e della tonicità dei tessuti.

Il film idro-lipidico, inoltre, diventa più fine, determinando un abbassamento delle difese del derma e rendendolo più soggetto a danneggiamenti e disidratazione.

E’ un destino comune a tutti, nessuno escluso, ma come fare a capire quali sono le esigenze della pelle e come rallentare il processo di invecchiamento?

 Come combattere le rughe

Uno stile di vita sano e una corretta skincare fin dalla giovane età possono rallentare notevolmente l’avvento delle rughe e farci guadagnare qualche anno di tempo.

Prima o poi, tuttavia, capita a tutte di fare i conti col problema e voler cercare di ridurre le rughe del viso.

Le prime zone del viso a essere colpite sono quelle che vengono sollecitate quando assumiamo alcune espressioni. Le rughe in queste aree, col passare degli anni, si dimostrano anche le più visibili e profonde.

Botulino e acido ialuronico

Due dei metodi più utilizzati nella lotta alle rughe sono le iniezioni sottocutanee di botulino o di acido ialuronico.

I filler all’acido ialuronico vengono iniettati appena sottopelle attraverso apposite siringhe dotate di aghi sottilissimi che provocano giusto un piccolo fastidio, decisamente sopportabile.

Gli effetti sono pressoché immediati, la pelle appare distesa e rimpolpata.

Il botox è l’altra sostanza utilizzata in medicina estetica per il riempimento delle rughe, la cui iniezione provoca il blocco dell’impulso nervoso ai muscoli.

Botox solo per le rughe d’espressione

In particolare, il botox viene usato per eliminare le rughe d’espressione, causate dalla contrazione dei muscoli, quindi sulla fronte, tra le sopracciglia e intorno agli occhi.

Il botulino è dunque efficace solo se le rughe e i solchi sono provocati dall’azione dei muscoli mimici e non se sono provocati dall’invecchiamento cutaneo o se si tratta di rughe molto profonde.

Entrambi vanno ripetuti nel tempo

L’aspetto negativo di botulino e filler, l’unico in realtà, è che si tratta di interventi temporanei. Nessuno dei due ha infatti una durata permanente e quindi, per avere un risultato duraturo, l’unica soluzione è ripeterli nel tempo.

 

Dott.ssa Veronica Manzoni