Agopuntura

Glossario Medico

L’agopuntura è una terapia regolatoria, preziosa per molti tipi di patologie.
Ormai è di patrimonio comune il fatto che sia una terapia naturale, che non sia troppo dolorosa, che non intossichi in quanto priva di chimica e che possa portare grandi benefici alla salute.
L’agopuntura è un sistema medico completo già di per sé. Permette al medico di affrontare la maggior parte dei disturbi cui l’umanità è soggetta. Nella tradizione viene completata dall’uso di erbe, ma oggi può affiancarsi all’uso di farmaci od anche alla chirurgia, quando necessario.

Un campo ove gli effetti dell’agopuntura sono particolarmente sorprendenti sono i disturbi dell’umore.

Ansia ed angoscia spesso hanno un grande ed immediato giovamento da un’ appropriata seduta di agopuntura, praticata da un medico esperto. Il sollievo è spesso immediato.

Dopo, naturalmente , si continua a curare il paziente con i trattamenti più adatti alla sua situazione, con farmaci chimi o naturali, od entrambi.

Le sedute di agopuntura possono essere periodiche, ma giovano anche se si ricorre all’agopuntura solo quando se ne sente il bisogno.

L’agopuntura tende come primo obbiettivo a ristabilire l’equilibrio fisiologico. Solo in un secondo tempo si passa a trattare la  specifica patologia lamentata.
Con questo approccio, si hanno risultati che vanno spesso al di là degli effetti su quella specifica sintomatologia, ma si ottiene un miglioramento della salute psico- fisica del paziente nel suo complesso.
Anche parlando di dolore si segue lo stesso modello.
Prima si cerca di ristabilire l’equilibrio fisiologico attraverso punti con un effetto più ampio. Poi si trattano punti che riguardano i specifici problemi del soggetto, infine anche i punti che più possono mitigare il dolore.
Avremo così un effetto ad ampio spettro sullo stato di salute, sul benessere del paziente e sullo stato doloroso. Questo schema si può reiterare ad ogni seduta.
In caso di necessità, è possibile applicare gli aghi solo a scopo antalgico per mitigare il dolore cronico oppure acuto, in attesa dell’arrivo dei soccorsi  di cure più adeguate o del dentista.
Esiste anche la tecnica di analgesia agopunturale che permette addirittura di effettuare i grandi interventi chirurgici senza l’uso di anestesia farmacologica. Un tempo si effettuava con la quasi continua manipolazione degli aghi per mantenere l’efficacia antalgica, oggi si ricorre all’applicazione dell’elettricità agli aghi, cosa che permette di mantenere l’effetto a lungo senza dover continuamente manipolare l’ago.

Dott. Giorgio D'Alessandro

Dott. Giorgio D’Alessandro