Acne

Glossario Medico

L’acne è una dermatosi a carico dei follicoli pilo sebacei. Il follicolo pilo sebaceo contiene la radice del pelo al quale è legata la ghiandola sebacea, che produce una sostanza grassa e untuosa: il sebo. Questo viene riversato nel follicolo e poi spinto sulla superficie cutanea.

L’acne si manifesta con comedoni,piccoli tappi neri o gialli che occludono l’orifizio della ghiandola sebacea con formazione di pustole, noduli e cisti.

Le ghiandole seborroiche, in presenza di alcuni fattori per lo più ormonali, producono più sebo del normale. In questo periodo si iniziano ad avere modificazioni endocrine importanti come l’aumento degli androgeni e del progesterone.

Il soggetto che presenta la patologia dell’acne ha una sensibilità ghiandolare a questi due ormoni suddetti. Oltre che un fattore ormonale, le cause possono anche essere: fattori alimentari (dieta ricca di grassi, fritti etc.), gastrointestinali, stress, eccessiva produzione ormonale, fattori genetici (pelle grassa).

Le cure per l’acne sono molteplici, da quella antibiotica a largo spettro per varie settimane a quella con peeling, dalla dermo abrasione al laser CO2.

Attualmente abbiamo a disposizione dei laser a bassa intensità di energia fotodinamico e fototermolitico che, oltre a curare grazie ad un cromoforo l’acne sia in fase acuta che in quella cicatriziale creano una leggera microabrasione che costituirà il substrato per una nuova pelle e stimolerà il collagene così che lo strato epidermico risulti più elastico e lucente.

L’applicazione suddivisa dai 2 – 4 trattamenti complessivi è ambulatoriale.

Il paziente quindi risolverà in breve tempo il problema acneico sia acuto che cicatriziale, senza dover attendere mesi se non anni con le metodiche tradizionali, facendo però attenzione a non eccedere nei problemi causali, tipo fattori alimentari, gastrointestinali o correggendo i picchi ormonali.

Dott. Marco Viganò

Dott. Marco Viganò